Fidel riflessioni »

La risposta immediata

La risposta immediata

Erano trascorse solo poche ore e la risposta è arrivata. Ha parlato il Capo di Gabinetto della Casa Bianca, Rahm Emanuel. Non è importante che non abbia menzionato la mia modesta Riflessione. Ciò che importa è la risposta.

Fidel riflessioni »

LE CONTRADDIZIONI TRA LA POLITICA DI OBAMA E L’ETICA

LE CONTRADDIZIONI TRA LA POLITICA DI OBAMA E L'ETICA

Parecchi giorni fa ho segnalato alcune idee di Obama che indicano il suo ruolo all’interno di un sistema che è la negazione di qualsiasi giusto pensiero. C’è chi si straccia le vesti se si esprime una qualsiasi opinione critica sull’importante personaggio, sebbene sia fatta con decenza e rispetto. S’accompagna sempre a sottili, o non tanto sottili, frecciate di coloro che possiedono i mezzi per divulgarle e lo trasformano in componenti del terrore mediatico che impongono ai popoli per sostenere l’insostenibile.  

Fidel riflessioni »

DECIFRANDO IL PENSIERO DEL NUOVO PRESIDENTE DEGLI STATI UNITI

DECIFRANDO IL PENSIERO DEL NUOVO PRESIDENTE DEGLI STATI UNITI

Non è troppo difficile. Dopo il suo insediamento, Barack Obama ha
dichiarato che la restituzione del territorio occupato dalla Base
Navale di Guantánamo al suo legittimo proprietario doveva anzitutto
valutare se danneggiava, oppure no, anche  solo minimamente, la
capacità difensiva degli Stati Uniti.

Fidel riflessioni »

L’UNDICESIMO PRESIDENTE DEGLI STATI UNITI

L'UNDICESIMO PRESIDENTE DEGLI STATI UNITI

Lo scorso martedì 20 gennaio 2009, Barack Obama ha assunto il comando
dell’impero, undicesimo presidente degli Stati Uniti dal trionfo della
Rivoluzione Cubana nel gennaio del 1959.

Fidel riflessioni »

L’incontro con Cristina

L'incontro con Cristina

La conversazione è durata 40 minuti, lo scambio d’idee è stato intenso ed interessante come m’aspettavo. È una persona di profonde convinzioni. Non ci sono state discussioni.

Fidel riflessioni »

L’INGIUSTIFICABILE DISTRUZIONE DELL’ECOSISTEMA

L'INGIUSTIFICABILE DISTRUZIONE DELL'ECOSISTEMA

La società capitalista può evitarla? Le notizie che arrivano sul tema
non sono rassicuranti. A Poznan si sta analizzando il progetto che sarà
presentato a Copenaghen nel dicembre del prossimo anno, dove si
discuterà e si approverà il Protocollo che sostituirà quello di Kyoto.

Fidel riflessioni »

UN IMMENSO ED IMMERITATO ONORE

UN IMMENSO ED IMMERITATO ONORE

L’Ordine al Merito della Comunità degli Stati dei Carabi è un immenso ed immeritato onore, che ringrazio infinitamente.

Fidel riflessioni »

Navigare contro la marea

Navigare contro la marea

Dopo il discorso di Obama della sera del 23 maggio di quest’anno presso
la Fondazione Nazionale Cubano-Americana, creata da Ronald Reagan, ho
scritto il 25 dello stesso mese una riflessione intitolata La cinica
politica dell’impero.

Fidel riflessioni »

LA GRANDE CRISI DEGLI ANNI 30

LA GRANDE CRISI DEGLI ANNI 30

È un tema difficile di spiegare, anche se sembra molto semplice. Il
sistema della Riserva Federale degli Stati Uniti, come frutto del
capitalismo in pieno sviluppo, si crea nell’anno 1913.  Già Salvador
Allende, che tutti ricordiamo come uomo della nostra epoca, aveva
compiuto circa 15 anni.

Fidel riflessioni »

DIMITRI A. MEDVEDEV

 DIMITRI A. MEDVEDEV

Gli ultimi messi sono stati di sorprendenti cambiamenti e nuove
situazioni. I yankee lanciarono le loro azioni illegali contro Osetia
del Sud e Abjazia, due paesi che non hanno niente a che vedere con
Georgia, armata fino ai denti dagli Stati Uniti, che incoraggiarono e
prepararono gli uomini e hanno fornito le armi per attaccare le forze
russe che erano legalmente lì per evitare  gli spargimenti di sangue
che si producevano, un fatto riconosciuto dalla comunità internazionale
e pendente di soluzione. Dall’avventuriera guerra dell’Iraq si
muovevano, per rafforzare gli attaccanti, duemila mercenari georgiani
al servizio dell’infame guerra di conquista yankee in cerca di petrolio.