Fidel riflessioni »

IL RIPOSO

IL RIPOSO

Ieri, martedì, avevo una montagna di  dispacci d’agenzia con
notizie sulla riunione in Giappone delle potenze più industrializzate.
Lascerò il materiale per un altro giorno, se non diventa vecchio. Ho
deciso di riposare. Ho preferito incontrarmi con Gabo e sua moglie,
Mercedes Barcha, che fino al giorno 11 sono in visita a Cuba. Che
desiderio avevo di parlare con loro e ricordare i quasi 50 anni di
sincera amicizia!

Fidel riflessioni »

LA PACE ROMANA

LA PACE ROMANA

I dati che utilizzo sono stati fondamentalmente raccolti dalle
dichiarazioni dell’ambasciatore degli Stati Uniti in Colombia, William
Brownfield, dalla stampa e dalla televisione di quel paese, dalla
stampa internazionale e da altre fonti. Impressiona lo spreco di
tecnologia e risorse economiche utilizzate.

Fidel riflessioni »

LA STORIA REALE E LA SFIDA DEI GIORNALISTI CUBANI

LA STORIA REALE E LA SFIDA DEI GIORNALISTI CUBANI

Sette giorni ho parlato di uno dei grandi della storia, Salvador
Allende, che il mondo ha ricordato con profonda emozione e rispetto,
commemorando il primo centenario della sua nascita. Nessuno, invece, si
è emozionato e nemmeno si è ricordato del 24 ottobre 1891, il giorno in
cui – 18 anni prima del nostro ammirato fratello cileno – nacque il
despota dominicano Rafael Leónidas Trujillo.

Fidel riflessioni »

IL GIRO DI MCCAIN E L’EVIDENTE DESTINAZIONE DELLA IV FLOTTA

IL GIRO DI MCCAIN E  L'EVIDENTE DESTINAZIONE DELLA IV FLOTTA

Mentre preparavo una riflessione sui rapporti tra McCain e la mafia terrorista anticubana di Miami ed altri temi d’interesse storico connessi, sono arrivate delle notizie fresche su questo personaggio, che i falchi dell’impero proiettano come sostituto di Bush: la sua visita in Colombia e Messico, che incomincerà domani. Non è possibile evitarli, perché in realtà confermano le opinioni che stiamo sostenendo.

Fidel riflessioni »

SALVADOR ALLENDE, UN ESEMPIO CHE PERDURA

SALVADOR ALLENDE, UN ESEMPIO CHE PERDURA

Nacque 100 anni fa a Valparaíso, nel sud del Cile, il 26 giugno 1908. Suo padre, della classe media, avvocato e notaio, militava nel Partito Radicale cileno. Quando nacqui, Allende aveva 18 anni. Frequenta le superiori in un liceo della sua città natale.

Fidel riflessioni »

I DIRITTI UMANI, LO SPORT E LA PACE

I DIRITTI UMANI, LO SPORT E LA PACE

Mi sono meravigliato del fatto che nessuna delle mie amiche, le agenzie di notizie, non abbia detto nulla, il sabato scorso, sull’alta valutazione fatta dall’UNESCO a proposito dell’educazione a Cuba, che nonostante le azioni degli Stati Uniti, supera i livelli raggiunti dagli altri paesi della regione, come se questo non avesse niente a che fare con i diritti umani.

Fidel riflessioni »

LA VERITÀ E LE DIATRIBE

LA VERITÀ E LE DIATRIBE

È noto che nei paesi industrializzati e ricchi le persone investono negli alimenti, in media, circa il 25 per cento delle loro entrate. Coloro che appartengono ai popoli che sono stati da quelli mantenuti nello sottosviluppo economico, per questo stesso motivo hanno bisogno fino all’80 per cento delle loro entrate. Molti patiscono la fame e soffrono enormi differenze sociali. I tassi di disoccupazione sono, di norma, due o tre volte maggiori; la mortalità infantile s’esprime in proporzioni ancora più elevate e la prospettiva di vita si riduce fino a due terzi di quella goduta da loro. Il sistema è semplicemente genocida.

Fidel riflessioni »

STATI UNITI, EUROPA ED I DIRITTI UMANI

STATI UNITI, EUROPA ED I DIRITTI UMANI

La forma screditata di sospendere le sanzioni contro Cuba che ha appena adottato l’Unione Europea il 19 giugno, è stata affrontata da 16 comunicati stampa internazionali. Non implica assolutamente alcuna conseguenza economica per il nostro paese. Al contrario, le leggi extraterritoriali degli Stati Uniti, e perciò, il loro blocco economico e finanziario, continuano ad essere pienamente vigenti.

Fidel riflessioni »

LA FORMICA E L’ELEFANTE

LA FORMICA E L'ELEFANTE

Uno crede che non ci sia tema che valga la pena di commentare senza stancare i pazienti lettori dopo la Mesa Redonda del 12 giugno, che ha divulgato la nuova edizione di un libro pubblicato in Bolivia 15 anni fa, questa volta con un mio prologo. In questo programma è stata letta un’introduzione elaborata successivamente dal presidente Evo Morales ed un messaggio della prestigiosa scrittrice argentina Stella Calloni, che saranno inseriti in una prossima edizione. Ho selezionato con cura i dati che ho utilizzato in quel prologo.

Fidel riflessioni »

LA CINICA POLITICA DELL’IMPERO

LA CINICA POLITICA DELL'IMPERO

Non sarebbe onesto da parte mia starmene zitto dopo il discorso pronunciato da Obama la sera del 23 maggio alla Fondazione Cubano?Americana, creata da Ronald Reagan.  L’ho ascoltato, così come ho fatto con quello di McCain e di Bush.  Non serbo rancore nei suoi confronti come persona, perché non è stato responsabile dei crimini commessi contro Cuba e l’umanità.  Se lo difendessi, farei un enorme favore ai suoi avversari. Perciò non ho paura a criticarlo ed a esprimere francamente i miei punti di vista sul suo discorso.