Notizie »

Corsi per lavoratori autonomi con vasta approvazione popolare

Ampia accettazione tra i lavoratori autonomi hanno avuto in questa capitale i corsi organizzati dall’Associazione Nazionale degli Economisti e Contabili di Cuba (ANEC), sui principali strumenti dei sistemi contabile e tributario.

Ruxandra Talaba, presidentessa di questa organizzazione nel territorio, spiegò alla stampa che tali azioni di abilitazione si concepirono inizialmente per esattori-pagatori e responsabili di libri contabili, ma è stata tanta la richiesta che si decise di estenderli a tutti quelli che si dedichino al lavoro non statale e desiderino iscriversi.

Nella seconda quindicina di gennaio, specialisti di Finanze e Prezzi e dell’Ufficio Nazionale di Amministrazione Tributaria prepararono i primi 220 lavoratori autonomi che elogiarono la qualità delle classi e le considerarono molto opportune ed utili per il suo adempimento giornaliero.

Perfino, alcuni raccomandarono stabilire un giorno fisso dove far chiarezza dei dubbi, ed altri si pronunciarono per la realizzazione di stage per scambiare esperienze ed anche perchè l’ANEC li mantenga aggiornati sulle legislazioni riferite al lavoro autonomo.

Talaba puntualizzò che ogni corso dura una settimana, ed include 20 ore di lezione dirette a spiegare gli aspetti generali di questo modello di gestione economica, ed a fortificare i suoi valori umani e di comportamento sociale per promuovere un’adeguata condotta etica.

Sono anche obiettivi l’importanza della contabilità e della cornice concettuale delle normative cubane, esporre le caratteristiche del sistema tributario ed insegnare come svolgere le operazioni contabili e compilare la Dichiarazione Giurata sulle entrate personali.

Sia la presidentessa dell’ANEC a L’Avana, sia Yurian Alvarez Padron, la sua vicepresidente di Comunicazione ed Informazione, hanno spiegato che nella sede provinciale dell’organizzazione hanno ricevuto decine di chiamate telefoniche di affittuari di abitazioni e veicoli, e padroni di caffetterie e “paladar” (ristoranti famigliari), interessati a passare il corso.

preso da www.cubadebate.cu

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*