Articoli su Honduras

Notizie »

Reprimono gruppi popolari che respingono la frode elettorale in Honduras

honduras2

La polizia antisommossa ha represso questo giovedì i simpatizzanti dell’Alleanza dell’Opposizione contro la Dittatura, partito di Salvador Nasralla che sono usciti sulle strade in protesta, perché considerano che Orlando Hernandez ha rubato la vittoria nelle elezioni realizzate domenica scorsa. Mezzi locali hanno denunciato che in mezzo al denso fumo dei gas lacrimogeni, i simpatizzanti di Nasralla, fuggivano e contrattaccavano tirando pietre ai poliziotti.

Notizie »

Nasralla non riconosce i risultati delle elezioni in Honduras

Salvador Nasralla

Il candidato presidenziale dell’Alleanza dell’Opposizione contro la Dittatura, Salvador Nasralla, ha segnalato oggi che non riconosce i risultati dei suffragi generali in Honduras e denunciò il Tribunale Supremo Elettorale (TSE) per broglio. Secondo Nasralla, i dati che ora improvvisamente danno il vantaggio al mandatario uscente ed aspirante alla rielezione, Juan Orlando Hernandez, sono stati tergiversati e manipolati.

Notizie »

Sospendono progetto idroelettrico al quale si oppose Berta Caceres

Berta Caceres

La compagnia a carico del progetto idroelettrico Agua Zarca, a cui si oppose l’ambientalista honduregna Berta Caceres, sospese oggi ufficialmente la sua costruzione sul fiume Gualcarque. Benché la decisione è diventata pubblica venerdì scorso, questo lunedì è quando è entrata in vigore la cancellazione totale delle opere nel dipartimento sud-occidentale di Intibucà.

Notizie »

Gustavo Castro: “Berta mi ha scelto affinché il suo grido non rimanga seppellito”

Gustavo Castro

“Dal primo momento che conobbi Berta in Chiapas, nel 1999, ricordo una donna instancabile, imbattibile, da chi io ho imparato molto. Lei difendeva sempre la speranza, la resistenza, era convinta che bisognava cercare un altro mondo dove possano starci tutti e tutte. Ma il sistema capitalista non accetta questo… dal momento in cui entrarono i sicari, sentii che non potevo fare niente ed avevo questo dolore, questo senso di colpa, ma poi un compagno in Honduras mi disse ‘Gustavo, stai tranquillo, Berta ti scelse affinché potessi denunciarlo, affinché continui la sua lotta e perché il suo grido non rimanga sepolto ‘. Ma ora so che non solo ha scelto me, ci ha scelto tutte e tutti, perché Berta vive in tutte le lotte, Berta si seminò e si moltiplicò.”

Notizie »

In Honduras arrestano implicato in assassinio di Berta Caceres

Berta Caceres

Le autorità honduregne confermarono oggi la cattura di un ottavo implicato nell’assassinio della leader ambientalista Berta Caceres.
Secondo il comunicato pubblicato dal Ministero Pubblico, si tratta di Oscar Aroldo Torres, di 22 anni, che l’Agenzia Tecnica di Investigazione Criminale fermò nelle ultime ore nella città di La Ceiba per altri delitti, benché si constatasse che aveva un ordine di cattura in sospeso relazionato al caso.

Notizie »

Berta Caceres sempre presente

Mariela

La voce di Berta Caceres, simbolo oggi della resistenza dei diseredati in Honduras e nel resto dell’America Latina, risuona a L’Avana attraverso le sue figlie, portatrici di un’eredità che trascende i confini. “Vogliamo continuare col lascito di nostra madre, la guerriera convertita in stendardo della lotta cittadina ed indigena, fatto che provocò che si consumasse il suo assassinio nel marzo scorso dopo varie minacce”, dichiarò a Prensa Latina Laura Zuñiga Caceres, nella sede del Centro Nazionale di Educazione Sessuale (Cenesex).

Notizie »

Rubano in Honduras espediente sull’assassinato di Berta Caceres

Berta Caceres

L’espediente dell’assassinio della leader indigena ed ambientalista honduregna Berta Caceres è stato rubato durante l’assalto contro una magistrata della Corte Suprema di Giustizia, informarono oggi mezzi locali. Secondo lo spazio Telenoticias del Canale 5, il fatto è accaduto il pomeriggio del mercoledì, quando sconosciuti assaltarono la magistrata della Corte di Appello Penale, Maria Luisa Ramos, per rubarle la sua automobile.

Notizie »

Honduras: a sette anni dal golpe che continua a far male

honduras

Si compiono sette anni dal primo golpe di stato trionfante del secolo in America Latina. Col crimine di Berta Caceres ancora fresco nell’inconscio collettivo, si consolida in Honduras il modello esclusivista e repressivo imposto col rovesciamento di Zelaya.

Notizie »

Esercito honduregno avrebbe ricevuto l’ordine di assassinare Berta Caceres

berta_cxceres.jpg_1718483346

L’ex sergente Rodrigo Cruz delle Forze Speciali dell’Esercito dell’Honduras confessò questo martedì che la sua unità aveva ricevuto l’ordine di assassinare vari dirigenti sociali nel suo paese, tra questi la lottatrice ambientalista Berta Caceres, come pubblicò The Guardian.

Notizie »

A due mesi dal suo omicidio…….. Berta Caceres: VIVA

Berta Caceres

Più di una volta, e soprattutto dal 1993 quando ha fondato il Copinh (Consiglio Civico di Organizzazioni Popolari ed Indigene dell’Honduras), Berta Caceres ha evidenziato come il suo popolo lenca e gli altri popoli indigeni di Honduras stiano combattendo in difesa della Pacha Mama. Una lotta strenua, che si esplica in un’opposizione radicale ai progetti egemonici di un capitalismo predatorio, di matrice nazionale, transnazionale e multinazionale, che ha i suoi interessi nei settori energetico, estrattivo e dell’agro-industria e che punta sulla privatizzazione del territorio e delle fonti di acqua.