Fidel riflessioni »

LULA (Prima Parte)

LULA (Prima Parte)

In veste di Presidente del Brasile ha deciso di visitare spontaneamente Cuba per la seconda volta, benché la mia salute non gli garantisse un incontro con me.

Fidel riflessioni »

IL REGALO DEI RE

IL REGALO DEI RE

I dispacci d’agenzia l’avevano anticipato. Si sapeva che il 6 gennaio Bush si sarebbe recato in Medio Oriente, appena terminato il suo cristiano riposo di Natale. Andava nelle terre dei musulmani, di un’altra religione e di un’altra cultura alla quale gli europei, convertiti al cristianesimo, considerandoli infedeli, dichiararono guerra nell’XI secolo della nostra era.

Fidel riflessioni »

Un esempio di condotta comunista

Un esempio di condotta comunista

Mi riferisco ad una donna cilena, Elena Pedraza, specialista d’alto livello in riabilitazione. Visitò per la prima volta Cuba 40 anni fa. Allende, di professione medico, non era ancora Presidente del Cile. La Rivoluzione Cubana non aveva compiuto 8 anni, ma creava a pieno regime maestri, medici, fisioterapisti e specialisti della salute.

Fidel riflessioni »

IL TITANO DI FERRO, ANTONIO MACEO

IL TITANO DI  FERRO, ANTONIO MACEO

Sto in debito con lui. Ieri avvenne un altro anniversario della sua
morte fisica. Esistono più di quaranta versioni differenti del fatto,
ma tutte coincidono in vari dettagli di grand’interesse.

Fidel riflessioni »

UN POPOLO SOTTO IL FUOCO

UN POPOLO SOTTO IL FUOCO

Il Venezuela, il cui popolo ereditò da Bolívar idee che oltrepassano i
confini della sua epoca, affronta oggi una tirannia mondiale mille
volte più potente della forza coloniale della Spagna unita alla neonata
Repubblica degli Stati Uniti, la quale, con Monroe, proclamò il diritto
alla ricchezza naturale del continente ed al sudore dei suoi popoli.

Fidel riflessioni »

LA FATTURA DEL PETROLIO E LO SVILUPPO

LA FATTURA DEL PETROLIO E LO SVILUPPO

A Riad, Chávez l’ha detto con estrema chiarezza: la fattura del
petrolio e del gas dei paesi in via di sviluppo raggiunge i mille
miliardi di dollari. Ha proposto all’OPEC, che fu sul punto di essere
sciolta prima che giungesse al potere il governo bolivariano ? che l’ha
presieduta e preservata per 8 anni ? d’assumere il ruolo, mai
realizzato, per cui fu creato il Fondo Monetario Internazionale.

Fidel riflessioni »

IL DIALOGO CON CHÁVEZ

IL DIALOGO CON CHÁVEZ

Lo scorso 15 novembre ho fatto riferimento ad una terza
riflessione sul Vertice Ibero-americano; ho detto testualmente: “che
per ora non pubblico”. Mi sembra tuttavia più conveniente farlo prima
del 2 dicembre.

Fidel riflessioni »

IN ONORE DI SERGIO DEL VALLE

IN ONORE DI SERGIO DEL VALLE

Sergio ed io abbiamo avuto il privilegio di stare lì, nel posto di
comando sito alla destra della foce del fiume Almendares, all’alba del
15 aprile, quando, 45 anni fa, bombardieri B-26 degli Stati Uniti con
insegne cubane e piloti mercenari attaccarono le basi aeree di Ciudad
Libertad, San Antonio de los Baños e l’aeroporto civile di Santiago de
Cuba.

Fidel riflessioni »

LA WATERLOO IDEOLOGICA

LA WATERLOO IDEOLOGICA

Ho iniziato diverse riflessioni che mi sono ripromesso. Una di queste
prende spunto dalle idee essenziali del libro di Greenspan, ex
presidente della Riserva Federale, utilizzando le sue stesse parole. In
quel testo si può percepire con chiarezza la pretesa imperialista di
continuare a comprare il mondo e le sue risorse naturali ed umane
pagando con banconote profumate.

Fidel riflessioni »

IL DIBATTITO DEL VERTICE

 IL DIBATTITO DEL VERTICE

Le pareti, la distanza ed il tempo si sono azzerati. Sembrava irreale.
Un dialogo di questo tipo tra Capi di Stato e di Governo, che nella
loro quasi totalità rappresentavano paesi per secoli saccheggiati dal
colonialismo e dall’imperialismo, non era mai successo. Nulla avrebbe
potuto essere più didattico.