Fidel riflessioni »

GLI STIVALI DELLE SETTE LEGHE (PARTE 1)

GLI STIVALI DELLE SETTE LEGHE  (PARTE 1)

L’ho imparato da Aristotele, il più famoso filosofo della storia dell’uomo.  L’essere umano è capace delle azioni meravigliose o delle peggiori iniquità.  La sua sorprendente intelligenza è atta a servirsi delle leggi inalterabili della natura per fare sia il bene sia il male.  Contado con molto meno esperienza di quella che ho oggi, nei giorni della nostra lotta armata nelle montagne di Cuba, nella gran nazione messicana – dove qualunque cubano ha trovato sempre qualcosa di proprio -  abbiamo vissuto un fugace ma indimenticabile periodo in cui tutte le meraviglie si congiungevano in un angolo della Terra.

Fidel riflessioni »

L’ISRAELE NON ATTACCHERÀ PER PRIMO

L'ISRAELE NON ATTACCHERÀ PER PRIMO

Gli ex ufficiali CIA Phil Giraldi e Larry Johnson;  W. Patrick Lang, delle Forze Speciali dell’Agenzia d’Intelligenza della Difesa;  Ray McGovern, dell’Agenzia d’Intelligenza dell’Armata e della CIA, ed altri ex alti ufficiali con molti anni di servizio, hanno ragione quando avvertono Obama che il Primo Ministro dell’Israele ha predisposto un attacco sorpresa allo scopo d’obbligare gli Stati Uniti alla guerra contro l’Iran.

Fidel riflessioni »

PRESIDENTE DEGLI STATI UNITI, LO FACCIA!

PRESIDENTE DEGLI STATI UNITI, LO FACCIA!

Usted debe saber que en sus manos está ofrecer a la humanidad la única posibilidad real de paz. Sólo en una ocasión podrá usted hacer uso de sus prerrogativas al dar la orden de disparar. Es posible que después, a partir de esta traumática experiencia, se encuentren soluciones que no nos conduzcan otra vez a esta apocalíptica situación. Todos en su país, incluso sus peores adversarios de izquierda o de derecha, con seguridad se lo agradecerán, y también el pueblo de Estados Unidos, que no es en absoluto culpable de la situación creada.

Fidel riflessioni »

La vittoria strategica

La vittoria strategica

Tra pochi giorni sarà pubblicato il libro intitolato “La vittoria strategica”, in cui narro la battaglia che liberò dallo sterminio il piccolo Esercito Ribelle. Lo inizio con un’introduzione in cui spiego i miei dubbi sul titolo che avrei posto: “… non sapevo se chiamarlo ‘L’ultima offensiva di Batista’ o ‘Come 300 sconfissero 10.000?”, che sembrerebbe un racconto di fantascienza. 

Fidel riflessioni »

L’ALTRA TRAGEDIA

L'ALTRA TRAGEDIA

Durante la mia riunione con gli economisti del CIEM, ho parlato con loro dell’eccellente documentario del regista francese Yann Arthus-Bertrand, a cui hanno partecipato le più illustri ed informate personalità internazionali. Tratta dell’altro terribile pericolo per la specie umana che sta accadendo davanti ai nostri occhi: la distruzione dell’ecosistema.

Fidel riflessioni »

L’origine delle guerre

L'origine delle guerre

In sostanza, Obama pretende ingannare il mondo parlando di un’umanità affrancata dalle armi nucleari che sarebbero sostituite da altre assai distruttive, più idonee per terrorizzare a coloro che dirigono gli Stati e riuscire la nuova strategia d’impunità totale. I yankee credono che la resa dell’Iran sia già prossima. 

Fidel riflessioni »

LA FELICITÀ IMPOSSIBILE

LA FELICITÀ IMPOSSIBILE

A noi popoli poveri del mondo, che non abbiamo la benché minima colpa del colossale pasticcio creato dall’imperialismo, noi che ci troviamo in questo emisfero al Sud degli Stati Uniti, agli altri che vivono ad Ovest, nel Centro e nel Sud dell’Africa, ed a coloro che potranno rimanere indenni dalla guerra nucleare nel resto del pianeta, non ci rimane altra alternativa che affrontare le conseguenze della catastrofica guerra nucleare che si scatenerà in brevissimo tempo.

Fidel riflessioni »

CONOSCERE LA VERITÀ IN TEMPO

CONOSCERE LA VERITÀ IN TEMPO

La società nordamericana è la meno preparata per sopportare una catastrofe come quella che l’impero ha creato nel proprio territorio da dove è partita.
Ignoriamo quali saranno gli effetti ambientali  delle armi nucleari che inevitabilmente esploderanno in varie parti del nostro pianeta, e che nella variante meno grave, si produrranno in abbondanza.Emettere un’ipotesi sarebbe pura fantascienza dalla mia parte. 

Fidel riflessioni »

COME VORREI SBAGLIARMI

COME VORREI SBAGLIARMI

Il fanatismo sportivo cresce incessantemente, attirando centinaia e forse migliaia di milioni di persone in tutto il pianeta.
Bisognerebbe domandarsi quanti, viceversa, hanno saputo che dal 20 giugno imbarcazioni militari nordamericane, inclusa la portaerei Harry S. Truman, scortata da uno o più sottomarini nucleari e da altre navi da guerra con missili e cannoni più potenti di quelli delle vecchie corazzate utilizzate nell’ultima guerra mondiale tra 1939 e 1945, navigavano verso le coste iraniane attraverso il canale di Suez.

Fidel riflessioni »

L’inevitabile contesa

L'inevitabile contesa

Chi si lamenta sempre di più, se non i lavoratori, i professionisti, coloro che prestano i servizi alla popolazione, i pensionati, i disoccupati, i bambini di strada, le persone prive delle conoscenze elementari, che costituiscono l’immensa maggioranza dei quasi sette miliardi d’abitanti del pianeta, le cui risorse vitali si stanno visibilmente riducendo?