Notizie »

Cubainformacion su SAVE THE CHILDREN

Lavorando nell'orto scolastico Foto: Ismael Francisco/Cubadebate

Il consenso mediatico ci parla di penurie, scarsità e “povertà” a Cuba. Ma … rispetto a chi?
L’ONG Save The Children ha pubblicato il suo rapporto “Costruendo una vita migliore con i bambini”, su 176 stati del mondo.
Valuta la mortalità infantile, l’accesso all’istruzione, la nutrizione, la sicurezza, il lavoro minorile …

Notizie »

I danni sociali della disinformazione

fake-news

I danni che produce la disinformazione, e che sono sempre molto severi contro il tessuto sociale intero, dovunque accadano, non si tipificano né penalizzano mai, con i rigori etici giuridici più ovvi. Non ci sono attenuanti. In questa epoca storica l’agenda tematica per qualsiasi società non è un mistero né un enigma indecifrabile. Non c’è territorio del pianeta che non abbia urgenza di sapere cosa succede (davvero) con l’economia, non come trana di negoziati procaci colpevoli della miseria, ma come la realtà cruda e dura di dove vanno a finire le ricchezze prodotte dai lavoratori. E su questo regna l’inanizione informativa.

Notizie »

Informativa sulle misure approvate per stimolare l’economia a Cuba

mesa_redonda_diaz-canel-1-580x321

Il Presidente dei Consigli di Stato e dei Ministri, Miguel Díaz-Canel Bermúdez, e i Ministri d’Economia e Pianificazione, Finanze e Prezzi, Lavoro e Previdenza Sociale hanno partecipato ieri alla prima Tavola Rotonda dedicata ad offrire più dettagli sulle misure adottate di recente dal Consiglio dei Ministri. Il presidente cubano, Miguel Díaz-Canel, ha espresso alcune considerazioni finali in questa Tavola Rotonda. Ha chiamato a prepararsi per l’implementazione concreta delle misure in ogni luogo. Ha detto che anche se la Tavola Rotonda non ha coperto tutti i dettagli, ha soddisfatto gli interrogativi più importanti e che «siamo obbligati a pensare come paese per non tornare alle condizioni del periodo speciale». Ha affermato che le misure suppongono una base per l’ordine futuro e ci preparano per sostituire metodi amministrativi per metodi economici e finanziari.

Notizie »

Tempo di Cambiamenti, Tempi di Rivoluzione

visita-a-pinar-del-rio-segundo-dia-05-580x435-580x435

Piano contro Piano, come ci ha insegnato Martì e come ha messo poi in pratica Fidel, magistralmente. Quello loro, cioè il loro Piano, asfissiarci, dividerci, darci fuoco. Il nostro, unirci, fortificarci, rivoluzionarci. Il bloqueo, come il dinosauro -con tutta la sua perfidia -, continua a stare lì e fa molto male; ma, non è il momento per piangere o lamentarsi; è tempo di cambiare quello che deve essere cambiato, senza abbandonare i principi né la storia.

Notizie »

Bloqueo statunitense impedisce a Peace Boat di toccare porto cubano

foto:Trabajadores

Con profondo dolore ho ricevuto la notizia che in questa occasione il Peace Boat non potrà toccare terre cubane come era previsto il prossimo 13 giugno, dovuto alle nuove restrizioni ad imbarcazioni, crociere ed aeroplani privati imposte dal governo di Trump contro Cuba. Trattandosi di un’imbarcazione di proprietà statunitense, la Crociera per la Pace, simbolo di convivenza, di pace e buona volontà tra i popoli non potrà questa volta rinfrescarsi con l’ottimismo, la dignità e la fermezza dei cubani. Come mi ha detto in un’occasione uno dei suoi dirigenti e promotori: “Ogni viaggio a Cuba è un viaggio alla terra della dignità”.

Notizie »

Dichiarazione del Governo Rivoluzionario: Cuba non si intimorisce di fronte alle misure di indurimento del bloqueo economico

banderacubavento

Il Governo Rivoluzionario della Repubblica di Cuba ripudia nel modo più energico le misure annunciate dal Governo degli Stati Uniti il 4 giugno 2019, attraverso le quali si rinforza il bloqueo economico imposto a Cuba da più di 60 anni, con un costo per l’economia cubana che nel 2018 ha superato i 134 mila milioni di dollari, considerando anche il deprezzamento del dollaro nei confronti del valore dell’oro sul mercato internazionale.

Notizie »

Come i mezzi privati possono incitare al genocidio?

Ruanda

I giornalisti che collaborano in manovre di persecuzione politica, disinformazione, guerra psicologica (di quarta generazione) utilizzando informazioni false come un’arma di distruzione di massa sono giornalisti o “task force” delle nuove forme di guerre che si applicano nel mondo e nella nostra regione? Su questo tema si centra la relazione recentemente recuperata “I mass media ed il genocidio”, pubblicata dal Centro Internazionale di Investigazione e Sviluppo del Canada nel 2007, di Allan Thompson, dove si trova una dichiarazione di Kofi Annan, ex segretario generale dell’ONU che denunciava allora che “i mezzi di comunicazione sono stati usati in Ruanda per disseminare l’odio, per disumanizzare la gente, ed ancora di più per guidare i genocidi verso le loro vittime”.

Notizie »

Diaz-Canel: Cuba non si lascerà intimidire né distrarre dalle nuove restrizioni

Foto: Marcelino Vázquez Hernández / ACN

“Cuba non si lascerà intimidire né distrarre dalle nuove minacce o restrizioni”, ha dichiarato il presidente del Consiglio di Stato e dei Ministri, Miguel Diaz-Canel, rigettando le disposizioni annunciate questo martedì dal Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti, che restringono ancora di più i viaggi dei cittadini statunitensi all’Isola. “Lavoro, creatività, sforzo e resistenza, questa è la nostra risposta. Non sono riusciti ad asfissiarci. Non potranno fermarci. Vivremo e vinceremo”, ha scritto il presidente dal suo account Twitter.

Notizie »

Le antenne della Guerra Fredda

demolicion-de-las-antenas-de-la-guerra-fria

Non c’è Guerra Fredda senza antenne. Tutto è cominciato con Radio Europa Libera e Radio Libertà, che hanno aperto i cancelli alla caricatura banale, allo sproposito storico, all’insulto ingiustificato. Le radio emittenti si sono lanciate a descrivere quel che pensavano accadesse dietro la cortina di ferro con argomenti che poi avrebbero fatto arrossire qualcuno dei partecipanti a queste operazioni.

Notizie »

Legge della Riaffermazione della Dignità e della Sovranità Cubane

ley80-vs-helms-burton

La Legge di Riaffermazione della Dignità e della Sovranità Cubane —Legge 80—dichiara “illecita la Legge Helms-Burton, inapplicabile e senza valore e nessun effetto giuridico” nel suo Articolo 1, e per questo risulta nullo ogni reclamo basato su di lei, di persona naturale o giuridica, chiunque sia la sua cittadinanza o nazionalità. Questa legge protegge gli imprenditori stranieri che investono a Cuba ed offre loro totale garanzia giuridica davanti all’attivazione del Titolo III della Helms-Burton.