Notizie »

Trovano esplosivi di fabbricazione italiana in provincia siriana

minas

Sminatori dell’esercito siriano disattivarono oggi nella provincia di Aleppo più di 30 mine antiuomo di fabbricazione italiana, seminate dai terroristi dell’Isis, divulgarono fonti militari. Secondo un comandante del corpo di ingegneria e degli sminatori delle forze armate, questi artefatti si trovarono nella località di Um Adass ed in tenute della provincia di Aleppo, che si dedicavano all’allevamento dei cammelli.

Notizie »

Dov’è il nemico della Rivoluzione bolivariana?

chavismo-580x359-300x186

Pochi avrebbero indovinato, alcuni mesi fa, nel pronosticare che avremmo installato un’Assemblea Nazionale Costituente e avremmo vinto 18 governatori. Queste successive vittorie resteranno per la storia come una lezione di battaglia politica, di gestione dei tempi e scenari. L’onestà dovrà dire che chi comandò fu Nicolás Maduro. È necessario riconoscerlo: siamo in guerra ed il presidente dirige il blocco chavista. Lo fa meglio che il nemico, che, in questi giorni ha dato una dimostrazione di pubblico sbandamento, di ciò che accade con un esercito di generali, di poco valore, che si sparano tra loro e, talvolta, ai loro stessi piedi.

Notizie »

Fernando Gonzalez inaugura un nuovo circolo dell’Associazione di Amicizia Italia-Cuba

italia-solidaridad-9-580x32

Un nuovo circolo dell’Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba, è stato inaugurato sabato scorso nella città di Marino, nella provincia di Roma. Nella cerimonia si rese omaggio ad Ernesto Che Guevara e Camilo Cienfuegos, nel 58º anniversario della sua scomparsa fisica.

Notizie »

Che Guevara- Tu y Todos

centro-estudios-che-guevara-580x330

Dal 6 dicembre 2017 alla Fabbrica del Vapore si apre “Che Guevara Tu y Todos”: un percorso espositivo – ideato e realizzato da Simmetrico Cultura, prodotto da ALMA, RTV Comercial de l’Avana e il Centro Studi Che Guevara de l’Avana – per raccontare un personaggio chiave della storia del ‘900, attraverso una ricca e inedita documentazione e con il supporto dell’Università degli Studi di Milano e dell’Università IULM nella ricostruzione del contesto storico.

Notizie »

Trump riconosce che gli USA sono il paese che consuma più oppiacei nel mondo

droga

Il presidente nordamericano, Donald Trump, dichiarò oggi l’attuale crisi degli oppiacei come un’emergenza di salute pubblica e riconobbe che gli Stati Uniti sono il paese che più consuma queste sostanze nel mondo. “Stiamo combattendo con la peggiore crisi di droga nella nostra storia”, espresse il governante repubblicano, che tuttavia evitò dichiarare la situazione come emergenza nazionale, come aveva detto inizialmente che avrebbe fatto.

Notizie »

Il chavismo è maggioranza in Venezuela

chavismo

Nuovo appuntamento elettorale in Venezuela. Sì, avete letto bene: elezioni in Venezuela. Le numero 22 negli ultimi 18 anni. Una media di molto superiore a quella considerata ‘normale’ per qualsiasi democrazia. Questa volta, è stato il turno delle regioni. E il chavismo è tornato a vincere: avendo la meglio in molti più Stati rispetto all’opposizione (17 a 5; manca Bolivar per concludere). Nel voto nazionale il chavismo trova una maggioranza significativa (54%).

Notizie »

Una ballata d’amore per Ernesto Che Guevara

Che-Guevara

Il 14 giugno 1928, nasceva il guerrigliero dell’amore Ernesto “Che” Guevara, e quest’anno, avrebbe compiuto 89 anni. Però un assassinato a sangue freddo, per un ordine yankee, ce l’ha portato via da 50 anni, quando lui ne aveva solo 39 ed aveva ancora troppe cose da fare su questo pianeta dilaniato, inquinato ed indifferente. E’ che la sua assenza si fa ogni giorno più pesante, mentre questo mostro del fascismo che non riusciamo a sconfiggere tenta continuamente di insediarsi totalmente al potere per rubare, distruggere e privare della libertà sempre i più deboli, con lo sfruttamento dell’uomo sull’uomo.

Notizie »

Atilio Borón: Il Che, mezzo secolo dopo

Le due citazioni in epigrafe che precedono questo lavoro riassumono in modo ammirevole il pensiero del Che. La prima è contenuta nel suo celebre diario scritto durante la guerriglia in Bolivia. Il secondo in un’intervista a Jean Daniel in Algeria. Entrambe delimitano i contorni del suo progetto politico, irriducibile alle forme sterili del marxismo sovietico imperante a quei tempi e alla ridefinizione in chiave economicista della gigantesca impresa di costruire l’uomo nuovo. È necessario ricordare questi approcci alla vigilia del cinquantesimo anniversario dell’assassinio di Che in Bolivia.

Notizie »

La maestra che diede l’ultima cena al Che: “Tutto il mondo si innamorò di lui, alla fine”

Che-preso

“Si saluta”. Questa fu la cosa prima che ascoltò una giovane e bella maestra de La Higuera quando entrò nella scuola del suo paese per vedere coi suoi propri occhi quel “mostro” che, secondo l’esercito, minacciava la pace dei contadini del sud-est boliviano. Julia Cortez rimase muta osservando Che Guevara. Ferito, sporco ed in stracci, il leader della guerriglia di Ñancahuazù riuscì a sedurre la ragazza di 19 anni per le sue “fazioni perfette” e la sua maniera di parlare. “Tutto era bello in lui, il suo viso, le sue mani, la sua forma di guardare, i suoi occhi… Tutto il mondo si innamorò del Che, alla fine ”, racconta Julia, emozionata.

Notizie »

Camera dei Deputati della Bolivia propone consegnare medaglia “Che Guevara”

Ernesto Che Guevara

La Camera dei Deputati della Bolivia approvò mercoledì, col voto maggioritario del MAS, la creazione dell’onorificenza Che Guevara e dichiarò patrimonio culturale i “beni materiali” della guerriglia diretta in questo paese andino tra il 1966 ed il 1967 dal rivoluzionario argentino cubano. Secondo il disegno legge 346 presentato dal vicepresidente del paese e titolare del Legislativo, Alvaro Garcia Linera., l’Onorificenza “Ernesto Guevara de La Serna ‘Il Che’”, sarà concessa alla cittadina o al cittadino nazionale o straniero, in merito ai suoi atti relazionati con la promozione dell’uguaglianza sociale e del socialismo, ed in maniera postuma ai suoi parenti.