Articoli su Stati Uniti

Notizie »

Mettono in allerta in Venezuela sui rischi dell’entrata della Colombia nella NATO

NATO

Il deputato all’Assemblea Nazionale Costituente (ANC) del Venezuela Juan Carlos Aleman ha messo in allerta oggi sui rischi per la regione dell’entrata della Colombia nella NATO. In un’intervista concessa al programma “Al Aire”, trasmesso da Venezuelana di Televisione, il membro del forum plenipotenziario ha denunciato che con l’entrata dello Stato colombiano alla NATO nella categoria di socio globale, si cerca di imporre posizioni e modelli imperialisti, con l’intenzione di controllare l’America Latina.

Notizie »

Venezuela: i compiti immediati

Maduro-Chávez

L’opposizione venezuelana ha sperperato, questa domenica, una possibilità unica di misurare le forze con il governo di Nicolás Maduro. Se, come dicono i suoi portavoce, dentro e fuori il Venezuela, gli oppositori contano sul favore della stragrande maggioranza della popolazione, perché non hanno presentato una candidatura unica che, forse, avrebbe potuto aprirgli la porta del Palacio de Miraflores e raggiungere, con mezzi istituzionali, la tanta anelata “uscita” del presidente Maduro?

Notizie »

Il “colpo da maestro” degli Stati Uniti contro il Venezuela

Kurt Walter Tidd

Gli Stati Uniti e i loro alleati preparano in silenzio un piano brutale per «mettere fine alla dittatura» in Venezuela. La prima parte di questo «colpo da maestro» (Masterstroke), già predisposta, dovrebbe essere messa in atto prima delle prossime elezioni. Se l’esito di questa offensiva, che sarà sorretta dall’intero apparato propagandistico e mediatico, nonché da azioni violente “in difesa della democrazia”, non sarà la cacciata del presidente Nicolas Maduro, il piano B è già pronto, coinvolgerà molti Paesi per riuscire a imporre una “forza multilaterale” che intervenga militarmente.

Notizie »

Gli Stati Uniti pianificano contro Damasco una nuova accusa di “attacco chimico”

siria

Una fonte vicina all’intelligence siriana ha rivelato che i servizi segreti statunitensi stanno preparando una nuova accusa di “attacco chimico” contro Damasco nei pressi del giacimento di idrocarburi di Jafra, nella provincia orientale di Deir Ezzor.

Notizie »

Cubano arrestato in Colombia ha ricevuto appoggio dalla Florida per attentare contro FARC, Gustavo Petro e l’ambasciata cubana

Cubano-detenido-en-Colombia-580x328

Un cubano arrestato in Colombia ha confessato oggi che aveva come obbiettivo attentare contro il massimo leader dell’ex guerriglia delle FARC, Rodrigo Londoño, e l’aspirante di sinistra alla presidenza Gustavo Petro, proposito che è fallito all’essere internato in un carcere. “Io appartengo al ‘Movimento Giustiziere 51 ‘, le nostre operazioni sono azioni militari contro gli interessi cubani all’estero, in questo caso l’Ambasciata cubana a Bogotà, od in Cile, come contro il leader smobilitato delle FARC, alias ‘Timochenko’”, ha segnalato Raul Gutierrez in un’intervista con W Radio.

Notizie »

Da che parte stare? Ecco chi sono i ‘buoni e i cattivi’ all’ONU secondo Washington

ONU

Israele, Regno Unito, Francia, Ucraina e Canada sono tra i Paesi che più spesso si sono posizionati dalla parte di Washington del voto all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 2017. Questo è quanto mostra un rapporto del Dipartimento di Stato statunitense recentemente divulgato sul sito web dell’istituzione. Il documento analizza come i diversi paesi membri delle Nazioni Unite hanno votato nel Consiglio di sicurezza e nell’Assemblea generale dell’organizzazione e se i loro voti coincidono o no con quelli degli Stati Uniti. I dati del rapporto mostrano che durante l’esame di 93 risoluzioni dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite per tutto il 2017, la coincidenza del voto del resto delle nazioni con quello degli Stati Uniti era solo del 31%. In questa percentuale è stata osservata una drastica riduzione, che nel 2016 è stata del 41%.

Notizie »

Fidel Castro: “noi abbiamo scelto il socialismo perché è un sistema giusto”

Fidel-297

Fidel Castro: “Compagni operai e contadini: questo è la rivoluzione socialista e democratica degli umili, con gli umili e per gli umili. E per questa rivoluzione degli umili, con gli umili e per gli umili, siamo disposti a dare la vita.”

Notizie »

Fuoco concentrato contro Venezuela

hugo-chavez-asamblea-constituyente-venezuela-580x326

La strategia di sicurezza nazionale del governo razzista di Trump (dicembre 2017) è la sedicesima che si emette per la legge Goldwater-Nichols (1986), che aggiorna il coordinamento dei comandi militari di combattimento per regioni per imporre la politica estera suprematista ai governi e popoli del mondo.

Notizie »

Russia: Caso Skripal è una provocazione dei servizi segreti degli USA e del Regno Unito

skripal

Il capo del servizio di intelligenza estera russo, Serguei Naryshkin, ha qualificato ieri il caso Skripal come una “provocazione grottesca” dei servizi speciali britannici e statunitensi. “Nonostante il caso della provocazione grottesca del caso Skripal, fabbricato grossolanamente dai servizi del Regno Unito e degli Stati Uniti, alcuni degli Stati europei non si sono affrettati nel seguire ciecamente Londra e Washington, e preferiscono comprendere quello che è accaduto”, ha dichiarato Serguei Naryshkin in una conferenza internazionale sulla sicurezza, celebrata a Mosca.

Notizie »

Fady Marouf: in Siria, nessuna famiglia si è salvata dalla guerra

Fady Marouf

“In Siria, su centomila famiglie, può essere che ce ne sia una sola che non abbia ferite della guerra, tutte hanno morti, feriti, sfollati. Qualcuna è dovuta emigrare 4 o 5 volte, fuggire da casa sua solamente con i vestiti che aveva addosso, per un attacco terroristico”. Chi mi sta trasmettendo queste verità terrificanti è Fady Marouf, un giornalista siriano, collaboratore dell’Agenzia di Notizie Prensa Latina, di Cuba, che è venuto sull’isola caraibica per ricevere la ben meritata Distinzione Felix Elmuza che concede l’Unione dei Giornalisti di Cuba. Fady è un uomo molto coraggioso, molto riconoscente verso Cuba, perché grazie alle borse di studio che l’isola concede agli studenti del suo paese ha potuto studiare qui a Santa Clara “Letteratura Spagnola”, dal 1997 fino al 2003, ed in seguito è ritornato in Siria per incorporarsi nel Ministero di Comunicazione.