Articoli su Spagna

Notizie »

La brigata medica cubana di Haiti è stata nominata per il Premio delle Asturie

colaborantes-medicos-cubanos-en-haiti

Questo lunedì, la brigata medica cubana di Haiti è stata nominata alla candidatura per il Premio Principe delle Asturie 2012 per la Cooperazione Internazionale presso l’Accademia Cubana della Lingua, organismo che rientra tra gli appositamente invitati dalla Fondazione che sponsorizza le proposte, secondo quanto riportato dal Granma.

Notizie »

Sappi Spagna: in Cuba “il nemico” è il governo

clintonmargallo

In un’intervista al quotidiano El Mundo che molti mezzi di comunicazione pubblicarono con il titolo “Ho detto a Hillary Clinton: La Spagna è tornata!”, il cancelliere spagnolo Josè Manuel Garcia-Margallo ha raccontato il suo incontro in Germania la scorsa settimana con la Segretaria di Stato nordamericana.

Notizie »

Respinge vicecancelliere cubano posizione di ingerenza del governo spagnolo

Dagoberto Rodriguez

Il vice ministro di Relazioni Estere di Cuba Dagoberto Rodriguez raccomandò oggi al cancelliere spagnolo, Josè Manuel Garcia-Margallo, di occuparsi dei temi del suo paese ed astenersi di immischiarsi in quelli cubani.

Notizie »

Cuba qualifica inaccettabili le dichiarazioni del governo spagnolo e degli USA

minrex

Cuba definì inaccettabile le dichiarazioni del governo spagnolo e degli USA che non hanno la benché minima autorità morale per processare la nazione caraibica. Diversi mezzi di stampa spagnoli si sono fatti eco di dichiarazioni formulate dal Vicepresidente del governo spagnolo del Partito Popolare Soraya Saenz e del Comunicato del Ministero degli Affari Esteri e Cooperazione della Spagna, in relazione con la morte del recluso comune cubano Wilman Villar Mendoza.

Fidel riflessioni »

L’insostenibile Posizione Dell’impero

L’insostenibile Posizione Dell’impero

Nessuno può assicurare che nella sua agonia l’impero non trascini l’essere umano alla catastrofe. Come si sa, finché la nostra specie esisterà, ogni persona ha il sacro dovere d’essere ottimista. Un’altra condotta non sarebbe eticamente ammissibile. Ricordo bene che un giorno, quasi 20 anni fa, dissi che una specie era in pericolo d’estinzione: l’uomo. Davanti ad un selezionato gruppo di governanti borghesi adulatori dell’impero, tra cui il tedesco Helmut Kohl, d’immensa mole ben alimentata, ed altri dello stesso tipo che facevano coro a Bush padre – meno tenebroso ed alienato di suo figlio W. Bush -, non ho potuto esimermi dall’esprimere con la maggiore sincerità possibile quella verità che vedevo molto reale, sebbene ancora lontana dall’attuale.