Notizie »

Fino a quando Mascaraque!

Rolando Rodriguez, a sinistra

Rolando Rodriguez, a sinistra

Ho l’impressione che una pseudo-giornalista, spagnola di nome – credo Rosario -, ci considera, a noi cubani, molto stupidi e considera che siamo un piccolo gruppo di ignoranti, di cui nessuno ascolta le notizie che dà il suo canale di televisione internazionale o leggiamo la stampa del suo impoverito paese. Per questo motivo non sappiamo che lei si dedica a dire qualunque assurdità su Cuba pensando che l’ascoltino solo fuori dall’isola e che nessuno venga a sapere dei suoi rutti sull’infelice isola calpestata dal comunismo.

Questa buona signora, nell’edizione del sabato o della domenica, del telegiornale del canale internazionale della televisione spagnola, è stata capace di affermare che le relazioni con la Santa Sede avevano migliorato con la visita del papa Benedetto, e che i peggiori momenti di queste relazioni furono quelle del papato di Giovanni XXIII che aveva scomunicato il Comandante in Capo Fidel Castro. Signora, da dove lei tirò fuori questa stupida bugia! Se ci fu uno straordinario momento nelle relazioni di Cuba con il Vaticano furono quelle di Fidel Castro con Giovanni XXIII.

Sappia che il suo odiato Fidel Castro inviava scatole di sigari al venerato cardinale Roncalli. Inoltre, devo dire che, da parte mia, normalmente ripeto che è stato il Papa a cui devo molta gratitudine, perché è stato quello che aveva detto, quando io stavo nella difesa perimetrica della base dei missili di Guanajay, durante la Crisi di Ottobre, che pregava per i cubani. Ovviamente, ad un Papa che pregava per me, dovevo ringraziarlo, benché io non fossi credente.

Se la televisione spagnola avesse vergogna dovrebbe togliere questa signora da Cuba e, inoltre, dai notiziari spagnoli. Sono annoiato di ascoltare le sue bugie e, con una pazienza degna di Giobbe, non avevo mai pensato di rispondergli per questa via. Non è molto che l’ascoltai affermare che i contadini non producono perché se desiderano un pezzo di terra per coltivarla non gliela danno. Poi, non l’ho mai ascoltata parlare di uno dei grandi successi nei laboratori d’investigazione, come l’Heberprot che cura le ulcere del piede diabetico o del vaccino contro il cancro di prostata. Ma, chiaramente, questi sono risultati del terribile comunismo cubano e questo solo si deve criticare.

Solo posso spiegarmi che questa signora consegni queste notizie false alla televisione spagnola, quando ogni notte vedo per lo meno una notizia di dozzine o centinaia di morti ad Homs, vittime di El Assad, e né uno solo di questi cadaveri sono il risultato degli spari dei terroristi infiltrati ed armati, dall’estero, per tentare di abbattere il governo siriano. Senza dubbio la televisione spagnola, signore come questa ed, anche, altri mezzi come El Pais, sono diventati agenti della Spagna nera.

testo di Rolando Rodriguez, Professore Titolare di Storia di Cuba. Premio Nazionale di Scienze Sociali

preso da www.cubadebate.cu

traduzione di Ida Garberi

1 Comentario

Hacer un comentario
  1. PICCARDI ENRICO

    NON SOLO LA TELEVISIONE SPAGNOLA MA ANCHE QUELLA ITALIANA SEMPRE PRESENTA CUBA COME UN’ ISOLA CON UNA DITTATURA TERRIFICANTE E PRIVA DI OGNI DIRITTO UMANO. QUESTA STAMPA NON SPIEGA MAI LE REALTA’ DELL’ ISOLA E SCOMMETTO CHE NESSUNO, NEANCHE CHI SCRIVE O PARLA, SA COSA SIA IL CENTRO DI INVESTIGAZIONE DELL’ AVANA DOVE VENGONO PORTATE A TERMINE RICERCHE DEGNE DI ESSERE CONOSCIUTE IN TUTTO IL MONDO. IO VENGO A CUBA OGNI ANNO E BEN CONOSCO QUESTE REALTA’ E QUANDO NE PARLO AGLI AMICI QUESTI MI GUARDANO INCREDULI COME SE RACCONTASSI UNA FAVOLA. E CHE DIRE DELLA CULTURA CHE NON E’ MORTA NEANCHE NEL PERIODO ESPECIAL? SEMPRE VIVA CUBA E LUNGA VITA A FIDEL

    Responder     

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*