Artículos de Messico

Notizie »

Genitori degli studenti di Ayotzinapa non festeggiano da tre anni il Natale

Familiares-de-estudiantes-de-ayotzinapa-1-580x387

Circa 100 parenti dei 43 studenti della scuola di pedagogia scomparsi da poco più di tre anni ad Ayotzinapa, Guerrero (Messico) sono tornati ad uscire sulle strade per esigere l’apparizione con vita dei giovani. Dalla data in cui sono scomparsi non festeggiano il Natale né celebrano Anno Nuovo per l’assenza dei loro figli.

Notizie »

La Gavia: nuova pista per incontrare i 43 di Ayotzinapa

Ayotzinapa

Integranti del Movimento per la Pace di San Miguel Totolapan affermano avere fermato i sicari di un gruppo criminale che confessarono la partecipazione nella sparizione dei 43 studenti di pedagogia di Ayotzinapa, si seppe oggi. Le detenzioni si sono svolte tra dicembre del 2016 e maggio del 2017, quando furono catturati integranti della banda diretta da Taybel Jacobo de Almonte, alias El Tequilero.

Notizie »

Più di 32 mila persone scomparse in Messico dall’inizio dell’anno

desaperecidos-mexico-580x327

In Messico 32218 persone non hanno un recapito conosciuto dall’inizio dell’anno, secondo le ultime statistiche della Segreteria di Governo, divulgate oggi. In gennaio, la somma era stata di 30942 casi di persone non localizzate o scomparse. Cioè, in un trimestre ci sono 1276 persone sparite in più, sia dalla giurisdizione federale che da quella statale.

Notizie »

Messico: assassinano corrispondente de La Jornada a Chihuahua

Miroslava Breach

Giornalisti e rappresentanti di vari settori condannano oggi l’assassinato della corrispondente del quotidiano La Jornada a Chihuahua, Miroslava Breach, uccisa a colpi di arma da fuoco, di fronte a suo figlio da sicari presumibilmente del crimine organizzato. “Per invadente, ti seguirà il tuo governatore, l’80” è stato il messaggio scritto lasciato dagli assassini vicino al corpo della comunicatrice, colpita mentre stava per portare a scuola suo figlio.

Notizie »

Gustavo Castro: “Berta mi ha scelto affinché il suo grido non rimanga seppellito”

Gustavo Castro

“Dal primo momento che conobbi Berta in Chiapas, nel 1999, ricordo una donna instancabile, imbattibile, da chi io ho imparato molto. Lei difendeva sempre la speranza, la resistenza, era convinta che bisognava cercare un altro mondo dove possano starci tutti e tutte. Ma il sistema capitalista non accetta questo… dal momento in cui entrarono i sicari, sentii che non potevo fare niente ed avevo questo dolore, questo senso di colpa, ma poi un compagno in Honduras mi disse ‘Gustavo, stai tranquillo, Berta ti scelse affinché potessi denunciarlo, affinché continui la sua lotta e perché il suo grido non rimanga sepolto ‘. Ma ora so che non solo ha scelto me, ci ha scelto tutte e tutti, perché Berta vive in tutte le lotte, Berta si seminò e si moltiplicò.”

Dietro il Muro bipartisan

muro

È il 29 settembre 2006, al Senato degli Stati uniti si vota la legge «Secure Fence Act» presentata dall’amministrazione repubblicana di George W. Bush, che stabilisce la costruzione di 1100 km di «barriere fisiche», fortemente presidiate, al confine col Messico per impedire gli «ingressi illegali» di lavoratori messicani. Dei due senatori democratici dell’Illinois, uno, Richard Durbin, vota «No»; l’altro invece vota «Sì»: il suo nome è Barack Obama, quello che due anni dopo sarà eletto presidente degli Stati uniti. Tra i 26 democratici che votano «Sì», facendo passare la legge, spicca il nome di Hillary Clinton, senatrice dello stato di New York, che due anni dopo diverrà segretaria di stato dell’amministrazione Obama.

Notizie »

Assassinato in Messico il conosciuto ambientalista Isidro Baldenegro

isidro-baldenegro-150x125

Isidro Baldenegro, attivista ambientale e difensore dei boschi della Sierra Madre Occidentale nell’ovest del Messico, è stato assassinato domenica scorsa nella casa di un parente. Baldenegro, di 51 anni, si nascondeva precisamente nello Stato di Chihuahua per la grande quantità di minacce di morte che aveva ricevuto per il suo attivismo ecologista. L’assassino, che la Polizia messicana assicura di avere riconosciuto, gli ha inflitto almeno sei spari che gli causarono la morte.

Notizie »

Commemorano a Tuxpan il 60° anniversario della partenza del Granma

CUBA

Inaugurando la settimana culturale per celebrare il 60° anniversario della partenza dello yacht Granma dal porto di Tuxpan verso Cuba, Fidel Antonio Orta Perez, consigliere culturale dell’ambasciata di Cuba in Messico, ha detto che “l’amicizia tra Messico e Cuba è concentrata nei popoli, indipendentemente dai governi o dalle congiunture politiche di un determinato momento. La relazione si è stabilita tra i popoli, per questo non finirà mai.”

Notizie »

Catturano ex capo della polizia implicato nel caso dei 43 studenti scomparsi di Ayotzinapa

FelipeFlores

La Commissione Nazionale di Sicurezza in Messico confermò oggi la detenzione di Felipe Flores, ex direttore di Sicurezza Pubblica di Iguala, dove è accaduto il rapimento dei 43 studenti di pedagogia, dopo due anni di latitanza. Flores è cugino dell’arrestato Josè Luis Abarca, ex sindaco di Iguala, ed è accusato dei fatti della notte del 26 e l’alba del 27 settembre 2014 in questo municipio, dello stato di Guerrero.

Notizie »

Manifestazione con migliaia di persone nella capitale messicana per ricordare i 43 di Ayotzinapa

43

Familiari dei 43 studenti di pedagogia di Ayotzinapa hanno diretto oggi una manifestazione con migliaia di persone a Città del Messico, a due anni dalla sparizione dei giovani ad Iguala, nello stato di Guerrero. Con poster con le foto dei loro figli, i genitori dei giovani dissero che continueranno la lotta per conoscere la verità sul caso Ayotzinapa, ed esigono alla procura che si faccia giustizia coi responsabili di questo crimine.