Artículos de Cuba

Notizie »

Fidel l’8 gennaio 1959: questo è un momento decisivo della nostra storia

fidel-en-columbia

“Sono convinto che questo è un momento decisivo della nostra storia: la tirannia è stata abbattuta. La gioia è immensa. E tuttavia, rimane ancora molto da fare. Non dobbiamo sbagliarci pensando che, da adesso in poi, tutto sarà più facile; può darsi che da adesso in poi, tutto sarà più difficile. Il primo dovere di ogni rivoluzionario è quello di dire la verità. Ingannare il popolo, risvegliare in lui false illusioni, avrebbe sempre le peggiori conseguenze, e ritengo che è necessario avvertire il popolo in quel che riguarda l’eccesso di ottimismo”.

Notizie »

Un senatore repubblicano rivela: nessuna prova di ‘attacchi sonici’ contro diplomatici Usa a Cuba

La questione ha tenuto banco per diverso tempo e i media nostrani hanno, come sempre, rimasticato le nebulose notizie provenienti da Washington rilanciandole acriticamente. In seguito ad alcuni eventi capitati a funzionari dell’ambasciata statunitense a L’Avana e alcuni loro familiari, si è accusato il governo cubano di aver deliberatamente lanciato fantomatici ‘attacchi sonici’.

Notizie »

A 59 anni da quel 1°gennaio

niños-educacion-580x383

Parlare di Cuba nei media è come sporgersi dalla finestra di un edificio, dove ognuno ha la propria musica. Fortunatamente per le nostre orecchie, abbiamo solo due melodie, quella di coloro che sempre la difenderanno e quella di coloro che, nonostante siano nati qui, si uniscono a coloro che cercano, con il loro discorso, di dare una fittizia immagine di Cuba.

Notizie »

Russia sfida il bloqueo e intensifica il commercio con Cuba (+81%)

RaulPutin

Russia ribadisce il suo sostegno a Cuba nella lotta contro il blocco degli Stati Uniti e aumenta la mole di affari in un clima diplomatico sempre più favorevole. Diverse aziende russe, tra cui Avtovaz – la più grande casa automobilistica del paese – la compagnia petrolifera russa Rosneft e il monopolio statale delle infrastrutture Russian Railways (RZD) hanno aumentato gli investimenti a Cuba e il valore per il 2017 dovrebbe raggiungere a 400 milioni di dollari entro la fine del 2017. Lo riporta oggi la Tv russa RT.

Notizie »

Che menzogna, ma chi ti crede?

TRUMP-CNN-DEBATE-580x290

Sembra che Donald Trump non abbia limiti. Dopo avere aumentato il bloqueo, messo ancora più intoppi ai viaggi degli statunitensi a Cuba, colpito con le sue misure i commerci privati e le aziende statali, incoraggiato fino all’estremo la destra anticubana, orchestrato il montaggio dei supposti attacchi sonici ed intorpidito la possibile acquisizione del visto per i cittadini cubani che viaggiano negli Stati Uniti, si dichiara come un tipo popolare tra i cubani.

Notizie »

Fidel Castro, l’altro nome della dignità

9.-En-la-Plaza-de-la-Revolución-1965-50-x-34-cm-Fidel-Castro-580x394

Ci sono uomini che attraversano i secoli e si iscrivono nell’eternità, poiché personifica principi. Massimiliano Robespierre, l’incorruttibile, l’apostolo dei poveri, dedicò la sua esistenza, breve ed intensa, a lottare per la libertà del genere umano, per l’uguaglianza di diritti per tutti i cittadini, per la fraternità fra tutti i popoli del mondo, suscitando l’odio feroce dei Termidoriani e dei loro eredi, che dura fino ad oggi. Fidel Castro, l’altro nome della dignità, prese le armi per rivendicare il diritto del suo popolo e di tutti i condannati della terra a scegliere il proprio destino, alimentando l’avversione delle forze retrograde di tutto il pianeta.

Notizie »

Partecipazione elettorale dell’86%, segno di disperazione; milioni ricordando Fidel, sindrome di Stoccolma: Cuba versione ‘El Mundo’

Cubaelecciones

Un anno fa, dopo la morte di Fidel Castro, il quotidiano spagnolo “El Mundo” spostava a L’Avana il suo corrispondente Daniel Lozano, che ci spiegava, allora, perché milioni di persone facevano lunghe file. Perché tante piangevano per le strade per il leader cubano: vivevano una “sindrome di Stoccolma” collettiva. Un anno dopo, questo stesso giornalista era l’incaricato di occuparsi delle recenti elezioni municipali sull’isola: “una fantasia rivoluzionaria -così le descrive- che nasconde elezioni teledirette dal potere, dalle quali sono stati esclusi quasi duecento oppositori”.

Notizie »

Centinaia di italiani si manifestano sulle strade di Milano in appoggio a Cuba

milan-solidaridad-cuba-1-580x435

Circa 700 persone sono sfilate questo sabato nella città di Milano, con l’obiettivo di chiedere la fine del bloqueo statunitense contro Cuba e la devoluzione della Base Navale di Guantanamo. La manifestazione, organizzata dall’Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba, ha attraversato tutto il centro della città ed è terminata di fronte al Castello Sforzesco.

Notizie »

Collocano un totem in legno col nome di Fidel sul Monte Arpone

image31-580x435

Come parte delle giornate in tributo al leader storico della Rivoluzione Cubana, Fidel Castro Ruz, ad un anno dal suo decesso, integranti della missione diplomatica e consolare di Cuba a Roma e Milano, rappresentanti del Corpo Diplomatica latinoamericano e varie organizzazioni di solidarietà col nostro paese in Italia, hanno realizzato diverse azioni come conferenze ed analisi dell’ideologia e dell’opera del Comandante, proiezioni di documentari, collocazione di gigantografie in luoghi del centro –come il celebre Colosseo di Roma – che hanno mobilitato persone dei più dissimili settori includendo operai, accademici e studenti universitari.

Notizie »

Fidel e le elezioni sotto il regime di Battista

batista-castro

Prima d’arrivare all’università ero stato esploratore, alpinista, atleta, avevo fatto di tutto, ma davvero non mi ero avventurato nel campo della politica, per me era un terreno vietato. Può darsi che prima avessi avuto qualche impressione, da adolescente potei rendermi conto di che cos’era un regime fondato sulla forza, sul sopruso.