Artículos de arresto

Notizie »

Venezuela: il lato oscuro (occultato dal mainstream) di Leopoldo Lopez e Antonio Ledezma

LopezLedezma

Il Tribunale Supremo di Giustizia della Repubblica Bolivariana del Venezuela ha revocato gli arresti domiciliari e decretato il ritorno in carcere degli oppositori Leopoldo López e Antonio Ledezma, colpevoli di «non aver adempiuto alle condizioni imposte affinché si mantenessero gli arresti domiciliari». Invece, a leggere i soliti noti della stampa mainstream che ha ormai varcato il confine della post-verità per sfociare nell’imbecillità, si tratterebbe di arresti arbitrari operati da un ‘regime’ sempre più repressivo. Un altro aspetto costantemente ben occultato da una fitta cortina fumogena finto diritto-umanista è la vocazione violenta e golpista dei due personaggi in questione. Andiamo quindi a vedere chi sono Leopoldo Lopez e Antonio Ledezma.

Notizie »

In Honduras arrestano implicato in assassinio di Berta Caceres

Berta Caceres

Le autorità honduregne confermarono oggi la cattura di un ottavo implicato nell’assassinio della leader ambientalista Berta Caceres.
Secondo il comunicato pubblicato dal Ministero Pubblico, si tratta di Oscar Aroldo Torres, di 22 anni, che l’Agenzia Tecnica di Investigazione Criminale fermò nelle ultime ore nella città di La Ceiba per altri delitti, benché si constatasse che aveva un ordine di cattura in sospeso relazionato al caso.

Notizie »

Catturano ex capo della polizia implicato nel caso dei 43 studenti scomparsi di Ayotzinapa

FelipeFlores

La Commissione Nazionale di Sicurezza in Messico confermò oggi la detenzione di Felipe Flores, ex direttore di Sicurezza Pubblica di Iguala, dove è accaduto il rapimento dei 43 studenti di pedagogia, dopo due anni di latitanza. Flores è cugino dell’arrestato Josè Luis Abarca, ex sindaco di Iguala, ed è accusato dei fatti della notte del 26 e l’alba del 27 settembre 2014 in questo municipio, dello stato di Guerrero.

Notizie »

Ivan Cepeda esige al Centro Democratico che affronti la giustizia

Il senatore colombiano Ivan Cepeda ha fatto un appello oggi ai membri del partito di destra Centro Democratico (CD) affinché affrontino la giustizia ed esercitino la difesa di Santiago Uribe, fratello dell’ex presidente Alvaro Uribe, solo dalla prospettiva legale. In dichiarazioni a Notizie RCN, il congressista per il Polo Democratico Alternativo (PDA), maggiore convergenza di sinistra in Colombia, sollecitò ai portavoci del CD di scartare gli argomenti politici per cercare di difendere l’allevatore che è stato arrestato dalla procura per i suoi presunti vincoli con la banda paramilitare “Los 12 apostoles”.

Notizie »

Un giudice ordina la detenzione del presidente del Guatemala per evitare la sua fuga dal paese

Un giudice del Guatemala ha chiesto la detenzione del presidente del paese, Otto Perez Molina, per evitare una possibile fuga. Ieri, il mandatario ha perso l’immunità della carica presidenziale ed è accusato di dirigere una rete di corruzione doganiera. La procura che sollecitò la misura, informò nel suo account ufficiale di Twitter di questa decisione ore dopo che il Congresso ritirasse i privilegi al presidente, incluso secondo investigazioni ufficiali con la rete di corruzione doganiera conosciuta come “La Linea”. La misura, concessa dal magistrato Miguel Angel Galvez, non permette al presidente di uscire dal paese.

Notizie »

Avvocati esigono al Canada di arrestare l’ex vicepresidente degli USA

Richard Cheney

Il gruppo Avvocati contro la Guerra ha esatto al Canada di arrestare l’ex vicepresidente degli Stati Uniti Richard Cheney, uno degli oratori del Forum Globale di Toronto che si svolgerà oggi e domani per esaminare temi come commercio, energia e finanze. L’organizzazione internazionale ha esortato a William Blair, capo della polizia di Toronto, ed a John Herreteasen, procuratore generale della provincia dell’Ontario che fermino il politico per investigarlo, accusarlo o estradarlo ad un altro paese per essere sospettato di avere autorizzato e consigliato atti di tortura.

Notizie »

Polizia greca arresta sette attivisti che esigevano la libertà dei Cinque

cuba-grecia1

Responsabili dell’Associazione Ellenico-Cubana di Amicizia e Solidarietà respinsero oggi l’operato della polizia contro sette dei suoi membri, fermati per manifestarsi di fronte all’ambasciata degli Stati Uniti in questa capitale. Nel suo comunicato, i solidali con Cuba considerarono inaccettabile la crescente intimidazione e repressione contro i movimenti popolari che sta essendo implementata da un governo illegittimo, ed assicurarono che questo non è stato un caso isolato.