Notizie »

Catturano ex capo della polizia implicato nel caso dei 43 studenti scomparsi di Ayotzinapa

FelipeFloresLa Commissione Nazionale di Sicurezza in Messico confermò oggi la detenzione di Felipe Flores, ex direttore di Sicurezza Pubblica di Iguala, dove è accaduto il rapimento dei 43 studenti di pedagogia, dopo due anni di latitanza.  

Flores è cugino dell’arrestato Josè Luis Abarca, ex sindaco di Iguala, ed è accusato dei fatti della notte del 26 e l’alba del 27 settembre 2014 in questo municipio, dello stato di Guerrero.

Lì morirono, due anni fa, sei persone e sparirono 43 studenti della Scuola di Pedagogia Rurale Raul Isidro Burgos di Ayotzinapa.

Flores ha detto, nella sua unica dichiarazione, prima di darsi alla fuga, che gli studenti furono portati ad un comando della polizia, in un’area di custodia conosciuta come “Ringhiera.”

Il Gruppo Interdisciplinare di Esperti Indipendenti ha detto nella sua seconda relazione presentata in aprile che considera la scena della “Ringhiera” un punto chiave, dal momento che è stato l’ultimo luogo dove gli studenti sarebbero stati visti vivi.

Mezzi di stampa indicano che Sidronio Casarrubias, leader del gruppo criminale Guerreros Unidos, segnalò Maria de Los Angeles Pineda, detenuta e sposa di Abarca, come la principale operatrice di attività criminali nella presidenza municipale.

Fino al momento ci sono più di 130 detenuti, tra poliziotti municipali e sicari del gruppo criminale Guerreros Unidos, per il tristemente famoso crimine di Iguala.

da Prensa Latina

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*