Notizie »

Cancellieri dell’ALBA realizzeranno riunione straordinaria a Cuba

I cancellieri dell’Alleanza Bolivariana per i Popoli della Nostra America (ALBA) hanno deciso di riunirsi prossimamente a Cuba per stimare decisioni davanti all’esclusione dell’isola caraibica nel prossimo Vertice celle Americhe.

Durante l’installazione del XI Vertice dell’ALBA in questa capitale, il presidente del Venezuela, Hugo Chavez, propose in ore di questa alba, elevare una consultazione alla Colombia, organizzatore del Vertice delle Americhe, per conoscere se Cuba stava o no invitata ed in base a questo agire in conseguenza.

Il capo di Stato lanciò l’iniziativa che se non è invitata l’isola caraibica a questo evento, non assistano il resto dei paesi di questo blocco integrazionista.

Da parte sua, il presidente dell’Ecuador, Rafael Correa, riaffermò che è illogico parlare del VI Vertice delle Americhe senza la partecipazione di Cuba.

Previo a queste dichiarazioni, Correa propose che l’Alba-TCP non si presenti a Cartagena de Indias, in aprile prossimo, come dimostrazione di rifiuto ad una misura ingiusta ed escludente, decisione che considerò deve dibattersi nei forum dell’Unione delle Nazioni Sud-americane (UNASUR) e nel seno della Comunità degli Stati Latinoamericani e Caraibici (CELAC).

Devono assistere tutti i paesi americani a questo vertice, già basta di questo anacronismo del secolo XXI, risaltò il dignitario ecuadoriano.

In questo contesto, il mandatario boliviano, Evo Morales, sollecitò di mantenere una posizione comune tra i membri del blocco, fatto che assicurerà che si difendano i sacri interessi dall’America Latina ed i Caraibi.

Ugualmente, Daniel Ortega, capo di Stato nicaraguense, espose che se concreta la partecipazione nell’incontro, deve includersi lì il tema dell’Argentina ed il suo giusto reclamo per le isole Malvine, il sollevamento del bloqueo a Cuba e l’esistenza del Trattato Interamericano di Assistenza Reciproca (TIAR).

Raul Castro, presidente di Cuba, ringraziò per la solidarietà davanti al tema del bloqueo, fatto che catalogò di vitale importanza per l’isola.

Il meccanismo del Vertice delle Americhe include la partecipazione dei 34 paesi che integrano l’Organizzazione degli Stati Americani (OEA), eccetto Cuba, che era stata espulsa nel 1962, e che nel 2009 in Honduras, ha ottenuto la cancellazione dell’espulsione: nonostante, L’Avana oggi non desidera incorporarsi.

con informazioni di Prensa Latina

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*