Articoli su Hugo Chávez

Notizie »

Lottiamo!

Militantes-del-PSUV-580x435

In questa frase si riassume la speranza viva del nostro popolo che non si arrende davanti alla complessa situazione che viviamo, siamo il popolo dell’ “Uomo delle difficoltà” come si chiamò lui stesso il nostro Padre Bolivar. In mezzo a questa guerra senza quartiere dell’Imperialismo e delle sue oligarchie lacchè, Venezuela è riuscita a vincere nell’ultima e ben preparata imboscata dell’OSA. Abbiamo avuto successo perché abbiamo dignità e prodezza, abbiamo vinto perché ci siamo guadagnati il rispetto dei paesi della Nostra America.

Notizie »

Venezuela: i compiti immediati

Maduro-Chávez

L’opposizione venezuelana ha sperperato, questa domenica, una possibilità unica di misurare le forze con il governo di Nicolás Maduro. Se, come dicono i suoi portavoce, dentro e fuori il Venezuela, gli oppositori contano sul favore della stragrande maggioranza della popolazione, perché non hanno presentato una candidatura unica che, forse, avrebbe potuto aprirgli la porta del Palacio de Miraflores e raggiungere, con mezzi istituzionali, la tanta anelata “uscita” del presidente Maduro?

Notizie »

Fidel Castro: “Chavez è un educatore infaticabile”

Fidel-Castro-y-Hugo-Chávez-

“Da molto tempo ho la più profonda convinzione che, quando la crisi arriva, i leader sorgono. Così è sorto Bolivar quando l’occupazione della Spagna da parte di Napoleone e l’imposizione di un re straniero hanno creato le condizioni propizie per l’indipendenza delle colonie spagnole in questo emisfero. Così è sorto Martì, quando è arrivata l’ora propizia per l’esplosione della Rivoluzione indipendentista a Cuba. Così è sorto Chavez, quando la terribile situazione sociale ed umana in Venezuela e nell’America Latina determinava che il momento di lottare per la seconda e vera indipendenza era arrivato.”

Notizie »

Le dodici vittorie del Presidente Maduro nel 2017

nicolas-maduros-sanciones-580x326

Per cominciare, dobbiamo ricordare che il presidente Nicolás Maduro è il presidente più ingiustamente accusato, calunniato e aggredito nella storia del Venezuela. Ancor più che il comandante Hugo Chávez, fondatore della Rivoluzione Bolivariana. Far uscire a tutti i costi Nicolás Maduro da Palazzo Miraflores è stato ed è l’obiettivo insano dell’opposizione reazionaria interna e dei suoi potenti alleati internazionali a cominciare dal governo degli Stati Uniti d’America.

Notizie »

Installano in Venezuela l’Assemblea Nazionale Costituente

imaginesBolivarChavez

Un gran ritratto coi volti di Bolivar e Chavez è stato portato dai costituenti Diosdado Cabello, Cilia Flores e Delcy Rodriguez. Anche altri costituenti sostenevano foto e ritratti di entrambi i leader dell’indipendenza e della Rivoluzione Bolivariana. Bisogna ricordare che in gennaio del 2016 l’allora presidente dell’Assemblea Nazionale, deputato Henry Ramos Allup, ordinò togliere dalle installazioni del Palazzo Federale Legislativo l’immagine digitale del Libertador e quella del comandante eterno Hugo Chavez.

Notizie »

Venezuela: Rivoluzione o controrivoluzione?

hugochavezbolivar

In Venezuela, per decadi governò e l’ha fatto a suo agio, un’oligarchia alimentata dal reddito dell’industria petrolifera. In fin dei conti, i conflitti politici giravano intorno a quale delle fazioni politiche avrebbe potuto rappresentare meglio gli interessi di una borghesia allattata con le risorse di un stato petrolifero, in stretta e sottomessa alleanza coi grandi consorzi petrolieri statunitensi ed inglesi.

Notizie »

Maduro sottolinea il patriottismo del Venezuela durante il golpe di stato del 2002

manifestacion-bolivariana

Il presidente del Venezuela, Nicolas Maduro, emerse oggi “lo spirito patriota del popolo” tre lustri fa, durante il golpe di Stato contro il leader della Rivoluzione Bolivariana, Hugo Chavez. Nei fatti suscitati dal 11 al 13 aprile 2002 si evidenziò la vocazione nazionalista in difesa della nostra sovranità ed indipendenza, manifestò per mezzo del suo account nella rete sociale Facebook.

Notizie »

Difendiamo l’unità, la dignità e la sovranità della Nuestra America

ALBA

Noi Capi di Stato e di Governo dei paesi membri dell’Alleanza Bolivariana per i Popoli della Nuestra America – Trattato di Commercio dei Popoli (ALBA-TCP) ci siamo riuniti a Caracas, quattro anni dopo la ‘siembra’ del Comandante Hugo Chavez e a quattro mesi dalla dipartita del Comandante in Capo Fidel Castro Ruz, i nostri capi fondatori, i cui esempi e le idee interpretano e riassumono l’eredità dei libertadores. Essi ci hanno educato a concepire le nostre lotte e gli aneliti nazionali come processi interdipendenti e come contributi di solidali ai sogni comuni di libertà, dignità, giustizia e pace per la Patria Grande; ad anteporre gli interessi collettivi a quelli nazionali.

Notizie »

Fidel, a tre mesi dalla sua partenza

marti_y_fidel

Il giorno in cui si commemorava la partenza del Granma, esattamente in quello stesso giorno, come lui volle, sicuramente, Fidel partì alla ricerca di nuovi orizzonti di lotta. L’ha fatto con la sicurezza che la semina realizzata durante la sua vita era già germinata. Che i suoi insegnamenti erano già imperituri. Che il capitalismo conduce l’umanità alla sua estinzione. Che solo il socialismo ed il comunismo erogheranno condizioni per la sopravvivenza della specie umana. Che la lotta contro l’imperialismo è un battaglia che si combatte giorno per giorno, sotto forme diverse e che terminerà solo con la sconfitta definitiva del mostro. Che questo non ammetterà mai la sovranità, l’autodeterminazione e la felicità dei popoli. Che ricorrerà a qualunque risorsa per mantenerci sotto il suo giogo. Che il socialismo ed il comunismo sono per definizione internazionalisti e solidali, come lo è stata la Rivoluzione Cubana sotto la sua ispirazione. E così continuerà ad esserlo.

Notizie »

Presidente Nicolas Maduro ed il popolo venezuelano festeggiano il 62° compleanno di Chavez

chávez

Il presidente del Governo Bolivariano, Nicolas Maduro, ed il popolo venezuelano, onorano in maniera speciale il lascito del leader Hugo Chavez, in occasione di realizzarsi oggi il 62° anniversario della sua nascita. Per mezzo di un messaggio nella rete sociale Facebook, Maduro reiterò il proposito di continuare la costruzione di una nazione socialista, come il migliore modo di non dimenticare la determinazione di Chavez a cambiare la disonorevole storia dei governi della IV Repubblica (1958-1999).