Fidel riflessioni »

Articolo di Fidel: Il destino incerto della specie umana

Fidel Castro

Fidel Castro

Un’enorme ignoranza avvolge non solo questa, ma anche le sue forme infinite di esperienze. Perfino le impronte digitali dei gemelli omozigoti, nati da uno stesso ovulo, si differenziano durante gli anni. Non invano, gli Stati Uniti, il paese imperialista più poderoso che abbia mai esistito si auto-inganna assumendo come dottrina un paragrafo della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani dove si afferma: “tutti gli uomini nascono liberi e con pari dignità e diritti, ed essendo dotati come sono per natura di ragione e coscienza, devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza.”  

Nulla di tutto ciò può essere ignorato. Ci sono molte più qualità nei principi religiosi che in quelli che sono unicamente politici, malgrado questi si riferiscono agli ideali materiali e fisici della vita. Anche molte delle opere artistiche più ispirate nacquero dalle mani di persone religiose, un fenomeno di carattere universale.

Gli uomini di scienza occupano oggi un posto privilegiato nei centri di ricerca, laboratori e la produzione di medicine destinate alla salute umana, per vincere le distanze, concentrare le energie, perfezionare i gruppi di ricerca che possano operare sulla terra e nello spazio. Qualcuno dovrebbe poter spiegare tranquillamente perché si può scrutare, da un osservatorio a cinque mila metri di altezza sul livello del mare una stella la cui luce tardò 12 mila milioni di anni luce; cioè, a 300 mila chilometri per secondo, ad arrivare sulla terra. Un’insolita medaglia d’oro! Come si può spiegare ciò, specialmente quando si fa riferimento all’unione delle stelle che secondo scienziati eminenti diedero luogo alla teoria del Big Ban?

Che cosa rimarrebbe dopo? Nessuno potrebbe, tuttavia, negare l’affermazione di scienziati eminenti che sono arrivati alla conclusione dopo decine di anni di studi rigorosi che tali fenomeni sono assolutamente possibili. Un altro fatto di notevole trascendenza è che la possibilità di questi fenomeni è assolutamente reale.

È, a questo punto, che le religioni acquisiscono un valore speciale. Nelle ultime migliaia di anni, forse fino ad otto o diecimila, hanno potuto comprovare l’esistenza di credenze abbastanza elaborate, in dettagli di interesse. Oltre a questi limiti, quello che si conosce ha il sapore di tradizioni invecchiate che gruppi umani diversi furono forgiando. Su Cristo conosco abbastanza per quello che ho letto e mi insegnarono in scuole dirette dai gesuiti o dai fratelli de La Salle, da loro ascoltai molte storie su Adamo ed Eva; Caino ed Abele; Noè ed il diluvio universale e la manna che cadeva dal cielo quando per siccità od altre cause c’era scarsità di alimenti. Tenterò di trasmettere in un altro momento alcune idee in più su questo problema singolare.

Non dimentichiamo che questa domenica ci sarà il dibattito dei candidati. Nella prima occasione, due settimane fa, se n’è svolto uno che causò commozione. Il signor Trump che si supponeva un esperto capacitato rimase squalificato sia lui come Barack nella sua politica. Bisognerà ora dar loro una medaglia di fango.

Fidel Castro Ruz
8 Ottobre 2016

10:26 p.m.

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*