Articoli su Donald Trump

Notizie »

Gli Stati Uniti annunciano nuove sanzioni unilaterali contro Cuba

cuba-minint

A pochi giorni dalla fine dell’amministrazione del presidente Donald Trump, gli Stati Uniti hanno annunciato oggi le sanzioni contro il Ministero dell’Interno (Minint) di Cuba, una delle misure unilaterali adottate recentemente contro l’isola. Senza presentare nessuna prova, il pretesto per questa azione è la presunta responsabilità del ministro di quel portafoglio, il generale Lázaro Álvarez Casas, in presunte violazioni dei diritti umani, una giustificazione che il governo degli Stati Uniti usa ripetutamente contro i paesi che non si arrendono alla loro direzione.

Notizie »

Chi sono i veri terroristi?

Cuba-bandera-lluvia-580x377

Nonostante gli restino solo 6 giorni alla Casa Bianca, il magnate di New York non ha rinunciato alla sua ossessione anti-cubana, incoraggiato dal suo Segretario di Stato, Mike Pompeo (l’ex capo della CIA), e dalle forze anti-cubane al Congresso.
Sebbene non abbia mosso un dito per affrontare con decisione la violenta epidemia della COVID-19 che stanno vivendo gli Stati Uniti – con picchi di oltre 300mila infettati e oltre 4mila morti in un giorno – Trump ha avuto il tempo di approvare diverse misure punitive contro Cuba nei soli 12 giorni trascorsi dall’inizio del gennaio del 2021.

Notizie »

Condanna decisa ed assoluta della qualificazione disonesta di Cuba come Stato patrocinatore del terrorismo

bruno-rodriguez-informe-bloqueo-cuba-2-580x373

Il Ministero di Relazioni Estere condanna nei termini più decisi ed assoluti la qualificazione disonesta di Cuba come Stato patrocinatore del terrorismo, annunciata dal governo degli Stati Uniti in un atto cinico ed ipocrita. Da mesi, si conosceva la possibilità di includere Cuba nella lista unilaterale del Dipartimento di Stato che qualifica i paesi, senza mandato o legittimità alcuna, carente di una motivazione autentica, riferita al terrorismo ed alle sue conseguenze, e come strumento di diffamazione, per applicare misure economiche coercitive contro nazioni che si rifiutino di piegarsi ai capricci dell’imperialismo statunitense.

Notizie »

Chi è l’uomo con le corna che ha diretto l’attacco al Campidoglio?

jake-angeli

Il suo nome è Jake Angeli noto anche come “QAnon Shaman”. Fa parte di quel movimento che afferma, tra le altre cose, che il presidente Trump sta segretamente conducendo un’epica battaglia contro il “Deep State” statunitense, che cerca di compiere un golpe di stato contro di lui. Il movimento assicura che diversi democratici, attori e personaggi politici come Obama, Clinton e persino George Soros partecipano a questa cospirazione, dove molti di loro sono anche caratterizzati come pedofili, cannibali ed adoratori satanici.

Notizie »

Trump contro i medici cubani

donald-trump-marco-rubio-580x326

I senatori cubano-americani Marco Rubio e Robert Menéndez raccontano nuove strane avventure contro il loro paese d’origine. Approfittatori perenni dell’industria anti-castrista, propongono leggi contro la cooperazione medica cubana e promuovono, con fondi federali, una campagna per fornire un’immagine falsa e grottesca della stessa, come volgare traffico di esseri umani e produttrice di fondi per “aumentare le casse dello Stato”.

Notizie »

Trump e le rimesse a Cuba

una-sucursal-de-western-union_0_12_507_315-580x330

Il regime di Trump annuncia il suo nuovo piano per “aiutare” il popolo cubano e sanziona l’invio di rimesse dagli Stati Uniti, con il pretesto che aiutano i militari. Più di 400 uffici della Western Union hanno dovuto chiudere sull’isola, in virtù del calcolo imperiale che offre i cubani come agnelli sacrificali per vincere voti in Florida, senza che nessuno spieghi come la “democrazia” possa essere rappresentata dal dolore delle famiglie, o perché così tante persone a Miami si prestano a collaborazioni aperte con il boia dei loro genitori, nonni e fratelli.

Notizie »

Costruiamo un ordine internazionale democratico, giusto e sostenibile

Bruno Rodriguez

Nel 75º anniversario delle Nazioni Unite, il multilateralismo ed il Diritto Internazionale sono minacciati dalla più grande potenza mondiale. La condotta irresponsabile degli Stati Uniti è il maggiore pericolo per la pace e la sicurezza internazionali. Promuove conflitti, guerre non convenzionali e commerciali ed impone misure coercitive unilaterali severe e dilapida -nella sua corsa militarista – risorse indispensabili per lo sviluppo sostenibile dei nostri paesi, mentre si rifiuta di cooperare nel confronto delle crisi molteplici generate dalla devastatrice COVID-19.

Notizie »

Trump si vanta di ricevere un presunto premio dei mercenari cubani sconfitti a Playa Giron

Fidel Castro, Playa Larga, 17 aprile 1961

“Come un premio alla sconfitta” ha qualificato il cancelliere di Cuba, Bruno Rodriguez, l’onorificenza Baia dei Porci che si suppone sarebbe stata concessa al presidente statunitense, Donald Trump. “Qualunque onorificenza in #EEUU sulla Baia dei Porci è un premio alla sconfitta. Chi onora così il presidente, lo marca come un fallito”, ha sottolineato Rodriguez nel suo account di Twitter, in allusione all’orgoglio di Trump per questo premio, che rappresenta la fallita invasione mercenaria sull’isola in aprile del 1961.

Notizie »

Trump prolunga per un altro anno la Legge di Commercio col Nemico che sostenta il bloqueo contro Cuba

trump-bloqueo-cuba-usa-580x321

Il presidente degli USA, Donald Trump, ha rinnovato questo mercoledì per un anno in più la chiamata Legge di Commercio col Nemico, un statuto del 1917 che sostenta il bloqueo economico imposto contro Cuba. “Ho deciso che è di interesse nazionale degli USA estendere queste misure contro Cuba per un altro anno”, afferma il comunicato. Inoltre, il mandatario ha ampliato i suoi poteri per concedersi libertà di azione in quanto al compimento di questo sequestro e rispetto all’emissione di permessi per transazioni individuali.

Notizie »

Carlos Lazo e cubani residenti negli USA arrivano alla Casa Bianca per esigere la fine del bloqueo

carlos_lazo_cuba_estados_unidos-580x330

Dopo più di 5000 chilometri in bicicletta, Carlos Lazo ed un gruppo di cubani residenti negli Stati Uniti sono arrivati alla Casa Bianca per tendere “Ponti di Amore” tra Cuba e la nazione statunitense ed esigere la fine del bloqueo economico contro l’Isola. “Arrivo alla Casa Bianca. Presidente Trump vogliamo #PuentesDeAmor tra Cuba/USA. Tolga le sanzioni economiche che pesano sul popolo di Cuba”, ha scritto Lazo nel suo profilo di Facebook alcune ore fa.