Articoli su Hugo Chávez

Notizie »

Solo uniti avremo Patria, afferma Chavez a Montevideo

chavez_uruguay

Il presidente del Venezuela, Hugo Chavez, assicurò oggi in questa capitale che solo uniti avremo Patria, concetto ancora più sincero in questo mondo di oggi, e sottolineò: o la Patria è una e grande o non sarebbe Patria. Chavez formulò questa dichiarazione ai giornalisti al suo arrivo all’hotel Victoria Plaza, dove sarà alloggiato per partecipare al XLII Vertice dei capi di Stato del Mercosur, nel quale Venezuela è in fase di adesione.

Notizie »

La CELAC sarà un gran polo di potere del secolo XXI

Hugo Chavez nella CELAC

La creazione della Comunità degli Stati Latinoamericani e Caraibici (CELAC) sarà, a giudizio del presidente del Venezuela, Hugo Chavez, un gran polo di potere regionale del secolo XXI. In dichiarazioni recenti con motivo della nascita, in questa capitale, di questo gruppo integrazionista e multilaterale, Chavez considerò che la CELAC non è più che un punto di arrivo dopo 200 anni di battaglia.

Notizie »

Chavez: qualcosa di strano sta succedendo con la salute dei leader progressisti dell’America Latina

Hugo Chavez

Il presidente della Repubblica Bolivariana del Venezuela, Hugo Chavez, ha riflettuto questa domenica sui problemi di salute che angosciano alcuni mandatari di tendenza progressista in America Latina. “Che cosa tanto strana che sta passando in America Latina con alcuni leader progressisti. E’ morto Kichner. Quindi il cancro di Dillma (Rousseff), quello di (Fernando) Lugo, di Chavez, ed ora di (Luis Inacio) Lula”, espresse il dignitario in un contatto telefonico col programma Kiosco Veraz che trasmette Venezuelana di Televisione.

Fidel riflessioni »

LE DUE VENEZUELA

LE DUE VENEZUELA

Ieri ho parlato del Venezuela alleato all’impero, dove Posada Carriles e Orlando Bosch organizzarono la brutale esplosione dei un aereo della Cubana in volo, che originò la morte e la scomparsa di tutti i suoi passeggeri includendo la squadra giovanile di scherma che aveva vinto tutte le medaglie d’oro nel Campionato Centroamericano e dei Caraibi, che si era svolto in questo paese, e ora che si svolgono i Giochi Panamericani a Guadalajara, li si ricorda con tristezza.

Notizie »

Chavez viaggerà a Cuba per confermare l’evoluzione della sua salute

Chavez in Venezolana de Television

Il Presidente venezuelano Hugo Chavez annunciò oggi che tra qualche settimana viaggerà a Cuba per praticarsi nuovi esami medici e “confermare” che non ha oramai cellule cancerose nel suo organismo.
“Tra qualche settimana devo andare un’altra volta a Cuba, per fare un’altra volta gli esami completi, e ne sono sicuro, per confermare quello che crediamo e quello che c’è fino ad ora, perché ciò che è successo è che in tutti gli esami che mi hanno fatto non ci sono cellule maligne nel mio organismo”, ha detto Chavez.

Fidel riflessioni »

Chávez, Evo ed Obama (Seconda Parte e Fine)

Chávez, Evo ed Obama (Seconda Parte e Fine)

Se il nostro Premio Nobel si autoinganna, cosa che sta per provare, questo forse spiega le incredibili contraddizioni dei suoi ragionamenti e la confusione che semina tra i suoi ascoltatori. Non c’è un minimo di etica e nemmeno di politica nel suo tentativo di giustificare la sua annunciata decisione di porre il veto a qualsiasi risoluzione a favore del riconoscimento della Palestina come Stato indipendente e membro delle Nazioni Unite. Perfino politici che non condividono per nulla il pensiero socialista e guidano partiti che sono stati stretti alleati di Augusto Pinochet, proclamano il diritto della Palestina ad essere membro dell’ONU.

Fidel riflessioni »

Chávez, Evo Ed Obama (Prima parte)

Chávez, Evo Ed Obama (Prima parte)

Mi prendo una pausa nei compiti che occupano in questi giorni tutto il mio tempo, per dedicare alcune parole alla singolare opportunità che offre per la scienza politica il 66º periodo dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Questo evento annuale richiede un singolare sforzo da parte di coloro che in molti paesi assolvono le più alte responsabilità politiche. Per costoro costituisce una dura prova; per gli appassionati di quest’arte, che non sono pochi, dato che riguarda tutti in maniera vitale, è difficile sottrarsi alla tentazione d’osservare questo spettacolo interminabile, però istruttivo.

Notizie »

Fidel Castro, Raul Castro e Chavez conversano quasi cinque ore

Raul despide a Chavez en La Habana

Il leader della Rivoluzione, Fidel Castro, ed il presidente cubano, Raul Castro, conversarono quasi per cinque ore col capo di Stato venezuelano, Hugo Chavez, che ritornò al suo paese, informano oggi mezzi nazionali. Prima di ritornare ieri sera in Venezuela, il mandatario della maggiore delle Antille accompagnò Chavez fino all’aeroporto internazionale Josè Martì. Chavez si è fermato a Cuba cinque giorni per compiere il quarto ciclo di chemioterapia nel processo di recupero dopo essere stato operato in giugno passato di un tumore cancerogeno. D’accordo col dignitario venezuelano, i suoi segni vitali e tutti gli esami realizzati dai medici indicano che si sente bene da tutti i punti di vista.

Fidel riflessioni »

Una Dichiarazione Brillante e Coraggiosa

Una Dichiarazione Brillante e Coraggiosa

Adesso i nemici esterni ed interni di Hugo Chávez sono alla mercè delle sue parole e delle sue iniziative. Ci saranno senza dubbio delle sorprese per loro. Offriamo il più fermo appoggio e la fiducia. Le menzogne dell’impero e il tradimento dei venditori della patria saranno sconfitti. Oggi ci sono milioni di venezuelani combattivi e coscienti che l’oligarchia e l’impero non li potranno sottomettere mai più.

Fidel riflessioni »

“Il Disastro del Giappone e lvisita di un Amico”

“Il Disastro del Giappone e lvisita di un Amico”

Oggi ho avuto il piacere di salutare a Jimmy Carter, che è stato Presidente degli Stati Uniti fra 1977 e 1981, l’unico, secondo la mia opinione, con sufficiente serenità e coraggio per parlare sul tema dei rapporti fra il suo paese e Cuba. Carter ha fatto il possibile per ridurre le tensioni internazionali e promuovere la creazione degli Uffici di Interessi fra Cuba e gli Stati Uniti. La sua amministrazione è stata l’unica a fare qualcosa per attenuare il criminale blocco imposto al nostro popolo.