Articoli su Cuba

Notizie »

Criticano la decisione della giudice degli Stati Uniti nel caso dei Cinque cubani

cinco-cubanos

“Critichiamo per il suo dispotismo e cinismo la decisione della giudice Joan Lenard della Corte Federale del Distretto del sud della Florida, in merito al caso di uno dei Cinque cubani incarcerati negli Stati Uniti”, ha segnalato oggi Andres Gomez, un giornalista cubano residente a Miami. In dichiarazioni a cui ha avuto accesso Prensa Latina, Gomez ha parlato del verdetto della Lenard, emesso lo scorso venerdì 16 settembre, relativo alle condizioni di libertà sorvegliata per tre anni di Renè Gonzalez, uno dei patrioti noti a livello internazionale come i Cinque Eroi.

Notizie »

Fidel Castro, Raul Castro e Chavez conversano quasi cinque ore

Raul despide a Chavez en La Habana

Il leader della Rivoluzione, Fidel Castro, ed il presidente cubano, Raul Castro, conversarono quasi per cinque ore col capo di Stato venezuelano, Hugo Chavez, che ritornò al suo paese, informano oggi mezzi nazionali. Prima di ritornare ieri sera in Venezuela, il mandatario della maggiore delle Antille accompagnò Chavez fino all’aeroporto internazionale Josè Martì. Chavez si è fermato a Cuba cinque giorni per compiere il quarto ciclo di chemioterapia nel processo di recupero dopo essere stato operato in giugno passato di un tumore cancerogeno. D’accordo col dignitario venezuelano, i suoi segni vitali e tutti gli esami realizzati dai medici indicano che si sente bene da tutti i punti di vista.

Opinioni »

Il metodo”libico” grave minaccia per l’America Latina

Nei primi di gennaio del 1961 si evidenziava un'imminente intervento militare degli Stati Uniti contro Cuba. Fu annunciato, dal 31 dicembre 1960, lo "Stato di Allerta Combattiva in tutta la Nazione".

Con la formula utilizzata nell’aggressione contro la Libia dalla Nato si cerca di configurare un nuovo modello, applicabile ad altri paesi con alcune varianti. La questione fondamentale è ora la grave minaccia di ripetizione di questo ingannevole ed ambiguo schema in altri paesi con risorse d’interesse strategico per Washington e i suoi alleati o intollerabili posizioni politiche indipendenti, come quelle di alcuni in America Latina e nei Caraibi.

Notizie »

Facilitano contrattazione di lavoratori cubani per proprio conto

Cubani per proprio conto

La nuova Risoluzione 33 che regola in Cuba il lavoro per proprio conto, facilita oggi a chi si rifugiano ora a quel regime lavorativo la contrattazione di persone nelle 181 modalità di lavoro esistenti. Anteriormente, solo 83 attività ricevevano quel benefizio il quale permette attualmente che il 10 percento dei più di 333 mille chiamati cuentapropisti sia contrattato per i suoi omologhi. Secondo la ministra di Lavoro e previdenza sociale, Margarita González, i cambiamenti sono risultati dell’analisi dell’esperienza dell’implementazione della riferita figura lavorativa.

Notizie »

Priorizza l’Ecuador industria nazionale e cubana per acquisire medicine

Fármacos cubanos

Il Ministero di Salute dell’Ecuador ha annunciato oggi un’asta per acquisire medicine, nella quale si privilegia l’industria nazionale ed include la cubana, in reciprocità all’assistenza tecnica che riceve dell’Isola. L’asta corporativa si realizza attraverso l’Istituto Nazionale di Contrattazione Pubblica (INCOP), per un importo approssimato di un milione cento mille dollari e le medicine sommesse a questo concorso coprono il 80 percento del profilo epidemiologico del paese. L’asta corporativa permetterà di introdurre un elemento importante di regolazione dei prezzi del mercato, riuscendo ad un risparmio di più di 500 milioni di dollari sul prezzo referenziale, segnando una pietra miliare nel paese per il risparmio significativo di risorse.

Notizie »

Cubani antiterroristi compiono 13 anni carcerati negli Stati Uniti

Cinco Héroes

I Cinque cubani antiterroristi carcerati negli Stati Uniti compiono oggi 13 anni di reclusione in carceri di quel paese per allertare attività di organizzazioni violente contro Cuba. Gerardo Hernández, Ramón Labañino, Fernando González, Antonio Guerrero e René González sono stati arrestati in settembre del 1998 per le autorità nordamericane ed immediatamente li hanno isolato in celle di punizione per 17 mesi prima del giudizio. Accusati del carico di cospirazione contro gli Stati Uniti, a Gerardo, Ramón ed Antonio, gli è stato addizionata l’accusa di cospirazione per commettere spionaggio, benché non gli occupassero nessun documento classificato.

Opinioni »

Nessuno degli attuali problemi del mondo si può risolvere mediante la forza

11 de septiembre 1

Discorso del Presidente della Repubblica di Cuba, Fidel Castro Ruz, il giorno dei tragici successi accaduti negli Stati Uniti, l’11 settembre 2001

Notizie »

Fidel Castro ha concesso un’intervista a Venezolana de Television

fidel-castro-cuba-mario-silva3-580x435

Mario Silva, conduttore del programma La Hojilla, di Venezolana de Television, informò nella notte del giovedì che viaggiò a L’Avana domenica scorsa ed ha sostenuto un incontro col leader della Rivoluzione cubana Fidel Castro. Silva informò che è venuto a Cuba per smontare le bugie dell’opposizione venezuelana e dell’estrema destra di Miami che avrebbero sparso false notizie indicando che il leader cubano era morto.

Notizie »

Raul Castro dirige l’omaggio postumo al ministro delle forze armate

Julio Casas Regueiro

Il presidente cubano, Raul Castro, ha diretto oggi qui l’omaggio postumo al generale del corpo dell’Esercito Julio Casas Regueiro, ministro delle Forze Armate Rivoluzionarie (FAR). Durante la cerimonia al primo piano dell’edificio Sierra Maestra, sede del Ministero delle FAR, trascese che il Consiglio di Stato ha conceduto a Casas Regueiro con carattere postumo il titolo onorifico di Eroe del Lavoro della Repubblica di Cuba.

Notizie »

Cuba non riconosce il Consiglio nazionale di Transizione della Libia

minrex

L’Avana rifiuta di riconoscere il Consiglio nazionale di Transizione (CNT) come un governo legittimo della Libia, a causa del sostegno fornito ai ribelli dalla NATO. Cuba ha dichiarato che “le ingerenze e l’intervento militare della NATO hanno peggiorato il conflitto tra i dissidenti e i sostenitori di Gheddafi, e ha impedito al popolo libico di trovare una soluzione pacifica attraverso negoziati“.