Notizie »

Bambino pianista cubano orgoglioso con premio negli Stati Uniti

Il pianista cubano Ahmed Alom, di appena 13 anni, assicurò di sentirsi orgoglioso con la sua menzione onorifica nel recente Concorso Internazionale Bradshaw and Buono, celebrato nella città statunitense di New York.

Studente di piano e percussione del Conservatorio Manuel Saumell, in questa capitale, ha raggiunto il premio nella categoria Middel Scholl (9 a 13 anni) tra più di mille partecipanti dei cinque continenti.

In dichiarazioni a Prensa Latina, Alom spiegò il metodo per concorrere, e cioè mediante un video di 15 minuti con tre pezzi: la Sonata in Do maggiore Kc 330, di Wolfgang Amadeus Mozart; Tre preludi, di George Gershwin; e L’avanera dell’Angelo, del cubano Josè Maria Vitier.

Mi sento orgoglioso e felice con questo riconoscimento, sottolineò euforico per commentare poi che, da molto piccolo, ha mostrato inclinazione per la musica, specialmente per il jazz.

Il virtuoso bambino integrerà un gruppo di 10 studenti di musica dell’isola riuniti nel progetto “Los primos”, che viaggeranno in Canada alla fine del prossimo giugno per una tournée nelle città di Halifax, Quebec, Ottawa, Toronto e Montreal.

Frutto del rigore pedagogico del sistema educativo artistico nell’isola, Ahmed Alom (L’Avana, 1999) si è presentato in importanti scenari locali e conta con il video clip “Meñique se fue a la loma”, patrocinato per il Fondo delle Nazioni Unite per l’Infanzia (Unicef).

Con informazioni di Prensa Latina

Traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*