Notizie »

Giovani cileni sorpassano la leadership dei partiti

Francisco (Pancho) Villa

I giovani superarono i vizi e la leadership dei partiti politici per fare del Cile un paese differente, dove loro hanno la rotta del nuovo destino, assicurò il cantautore Francisco (Pancho) Villa. In dichiarazioni alla stampa, durante la sua recente visita a Cuba parte dell’elenco della “Serenata della fedeltà”, serata dedicata al compleanno del Comandante in capo, Fidel Castro, Villa si riferì al ruolo da protagonista della gioventù nel risveglio di una coscienza sociale, dopo vari anni di letargo.

Fidel riflessioni »

Una Dichiarazione Brillante e Coraggiosa

Una Dichiarazione Brillante e Coraggiosa

Adesso i nemici esterni ed interni di Hugo Chávez sono alla mercè delle sue parole e delle sue iniziative. Ci saranno senza dubbio delle sorprese per loro. Offriamo il più fermo appoggio e la fiducia. Le menzogne dell’impero e il tradimento dei venditori della patria saranno sconfitti. Oggi ci sono milioni di venezuelani combattivi e coscienti che l’oligarchia e l’impero non li potranno sottomettere mai più.

Notizie »

ONU: Cuba reitera su appoggio all’Argentina per le Malvine

Islas Malvinas

Cuba riaffermò oggi nelle Nazioni Unite il suo appoggio al legittimo diritto dell’Argentina nella disputa di sovranità relativa alla questione delle Isole Malvine. La confermazione di questo appoggio è stata espressa questo martedì dal rappresentante permanente di Cuba davanti all’organizzazione mondiale, Pedro Nuñez Mosquera, parlando in una sessione del comitato di decolonizzazione dell’ONU. Il diplomatico sottolineò che questo arcipelago australe, occupato dalla Gran Bretagna, costituisce parte inseparabile del territorio nazionale argentino e reiterò che la posizione cubana al riguardo è molto chiara: le Isole Malvine sono e continueranno ad essere argentine.

Notizie »

Antonio Guerrero risalta la forza della ragione e della verità

Antonio Guerrero

La verità non potrà mai essere taciuta, la ragione non potrà mai essere distrutta, manifestò in un messaggio divulgato oggi qui l’antiterrorista cubano Antonio Guerrero, incarcerato negli Stati Uniti da quasi 13 anni. Nella comunicazione agli assistenti al III Incontro Giovanile Internazionale di Solidarietà coni Cinque, cioè lui, Gerardo Hernandez, Fernando Gonzalez, Ramon Labañino e Renè Gonzalez, il lottatore critica il silenzio sulla loro causa. Quando uno legge la stampa di questo paese o quando uno osserva alcuni dei suoi canali di televisione si domanda perché non si è parlato mai del nostro caso, ha manifestato Antonio nel testo letto da suo figlio maggiore che si chiama come lui.

Notizie »

Ucraina raccoglie firme per liberazione dei Cinque cubani

cinco-heroes

Rappresentanti di diverse organizzazioni politiche e sociali dell’Ucraina consegnarono oggi all’ambasciatore cubano Felix Leon Carballo, 40 mila firme raccolte nella campagna europea “Un milione di firme per la libertà dei Cinque”. In una cerimonia solenne, sotto al busto dell’Eroe Nazionale cubano Josè Martì, situato nei giardini della missione cubana in Ucraina, hanno partecipato anche attivisti della solidarietà con Cuba e del Comitato Nazionale per la libertà dei Cinque. I presenti esposero le loro ragioni per aver dato la loro firma ed esigere al presidente statunitense, Barack Obama, la liberazione di Gerardo Hernandez, Renè Gonzalez, Ramon Labañino, Fernando Gonzalez ed Antonio Guerrero.

Notizie »

Resistenza honduregna organizza ricevimento per Manuel Zelaya

Manuel Zelaya

La resistenza honduregna cominciò a mobilitarsi oggi per tutto il paese per ricevere all’ex presidente Manuel Zelaya sabato 28 maggio, al suo arrivo all’Aeroporto Internazionale di Toncotin, alle 11 della mattina. Il benvenuto ufficiale si realizzerà nella piazza Isis Obed Murillo, al sud della terminale aerea di questa capitale, ha precisato il vice coordinatore del Fronte Nazionale di Resistenza Popolare (FNRP), Juan Barahona. Il ricevimento sarà un tributo speciale agli honduregni ed alle honduregne assassinati dopo il golpe militare in giugno del 2009, ha affermato.

Fidel riflessioni »

L’insostenibile Posizione Dell’impero

L’insostenibile Posizione Dell’impero

Nessuno può assicurare che nella sua agonia l’impero non trascini l’essere umano alla catastrofe. Come si sa, finché la nostra specie esisterà, ogni persona ha il sacro dovere d’essere ottimista. Un’altra condotta non sarebbe eticamente ammissibile. Ricordo bene che un giorno, quasi 20 anni fa, dissi che una specie era in pericolo d’estinzione: l’uomo. Davanti ad un selezionato gruppo di governanti borghesi adulatori dell’impero, tra cui il tedesco Helmut Kohl, d’immensa mole ben alimentata, ed altri dello stesso tipo che facevano coro a Bush padre – meno tenebroso ed alienato di suo figlio W. Bush -, non ho potuto esimermi dall’esprimere con la maggiore sincerità possibile quella verità che vedevo molto reale, sebbene ancora lontana dall’attuale.

Fidel riflessioni »

L’Assassinio di Osama Bin Laden

L’Assassinio di Osama Bin Laden

Obama non ha modo di nascondere che Osama è stato giustiziato davanti ai suoi figli e le sue spose, ora in mano alle autorità del Pakistan, un paese musulmano di quasi 200 milioni d’abitanti, le cui leggi sono state violate, la sua dignità nazionale offesa e le sue tradizioni religiose oltraggiate. La stessa opinione pubblica degli Stati Uniti, dopo l’euforia iniziale, finirà per criticare i metodi che, lungi da proteggere i cittadini, finiscono per moltiplicare i sentimenti d’odio e di vendetta contro di loro.

Notizie »

Raúl presiede la sfilata del Primo Maggio a Santiago di Cuba

Raúl presiede la sfilata  del Primo Maggio a Santiago di Cuba

Il Generale d’ Esercito Raúl Castro Ruz, Primo Segretario del Comitato Centrale del Partito Comunista di Cuba, presiede nella Città Eroina, la celebrazione del giorno Internazionale dei Lavoratori. Con Raúl, Presidente dei Consigli di Stato e dei Ministri, si trovano Lázaro Expósito Canto, membro del Comitato Centrale e Primo Segretario del PCC nella provincia, altri dirigenti del Partito, e del Governo e delle organizzazioni politiche, giovanili e di massa.

Fidel riflessioni »

Un Fuoco Che Può Bruciare Tutti

Un Fuoco Che Può Bruciare Tutti

Si può essere o meno d’accordo con le idee politiche di Gheddafi, ma l’esistenza della Libia come stato indipendente e membro delle Nazioni Unite, non lo può discutere nessuno. Però il mondo non è ancora giunto a quello che, dal mio punto di vista, costituisce oggi una questione elementare per la sopravvivenza della nostra specie: l’accesso di tutti i popoli alle risorse materiali di questo pianeta. Non ne esiste un altro nel Sistema Solare che possieda le più elementari condizioni della vita che conosciamo.