Notizie »

Russia denuncia potente campagna diffamatoria dell’Occidente sull’azione in Siria

La portavoce ufficiale della cancelleria Maria Zajarova denunciò oggi una potente campagna di diffamazione e tergiversazione da parte di mezzi di stampa e politici di Occidente sull’azione militare della Russia in Siria.

Zajarova affermò in una conferenza stampa, convocata in maniera straordinaria, che la feroce campagna antirussa si basa principalmente su accuse di una supposta illegittima ed incomprensibile presenza di Mosca in territorio siriano.

Si accusa Russia, senza argomenti motivati né provati, di perseguire obiettivi ed interessi propri, nascosti sotto una presunta lotta contro il terrorismo, enfatizzò la portavoce del Ministero degli Affari Esteri, citando frammenti di pubblicazioni occidentali e pronunciamenti di alcuni politici, lanciate al volo, senza un’analisi seria.

Disse che come regola il contenuto di queste versioni tergiversate allude ad un probabile compito della Russia di distruggere l’opposizione moderata nella regione, fatto che si accompagna con video che non hanno nessuna relazione con la situazione attuale, ha condannato la diplomatica russa.

Zajarova ha chiamato l’attenzione che con questa campagna antirussa, tristemente, si sta inventando uno stato di opinione a grande scala sull’operazione che porta a termine Russia in Siria a partire da un sollecito del presidente legittimo Bashar Al-Assad.

Deplorò contemporaneamente che, al contrario, questi stessi mezzi di comunicazione non divulgano video dei massacri di civili ed esecuzioni sommarie perpetrate dai terroristi islamisti.

Osservò al riguardo che contando con l’autorizzazione del governo di Damasco, l’operazione aerea che eseguono aeroplani militari russi contro le posizioni dell’Isis e di altri gruppi estremisti è legittima.

Inoltre, contrastò che nel frattempo, i bombardamenti della coalizione diretta dagli Stati Uniti è stata intrapresa (un anno fa) senza un previo accordo ed approvazione del governo siriano, ed è questa la ragione per cui Russia non partecipa a questa alleanza, ha concluso Zajarova.

da Prensa Latina

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*