Notizie »

Vulnerabilità ha facilitato l’assassinio del deputato venezuelano Robert Serra

Il presidente del Venezuela, Nicolas Maduro, ha rivelato oggi elementi che hanno facilitato l’assassinio del deputato socialista Robert Serra e la sua compagna Maria Herrera, commesso il 1° ottobre.  

In dichiarazioni alla stampa nazionale e straniera, il mandatario ha segnalato che il crimine si è reso possibile ottenendo un punto vulnerabile nel lavoro giornaliero del legislatore, perché hanno comprato Edwin Torres, capo della sua squadra di protezione.

In questo modo, ha detto, hanno pianificato nei dettagli l’azione commessa da una banda paramilitare. Maduro ha indicato inoltre che nell’assassinio hanno partecipato otto persone, delle quali sei sono entrate nel domicilio di Serra, dove hanno ucciso in primo luogo Herrera e posteriormente il deputato socialista.

Inoltre, il capo di Stato ha diffuso frammenti di un video delle camere di sicurezza, dove si apprezza l’accesso degli individui all’abitazione e la loro posteriore partenza con alcuni oggetti sottratti.

Dichiarazioni di Torres, rivelate dal mandatario, hanno dimostrato i preparativi del crimine per tre mesi, e perfino alcune prove eseguite la settimana previa ai fatti.

Unito a ciò, ha segnalato che si sono già emessi i mandati di cattura corrispondenti per due degli implicati di origine colombiana.

Questo crimine, ha detto, fa parte della catena di eventi violenti che è incominciata con gli atti di vandalismo nel febbraio scorso.

Il presidente ha fatto inoltre un appello alla massima collaborazione di tutti i governi del continente, compreso quello degli Stati Uniti, ed ha anticipato che consegnerà alle autorità di questa nazione prove ed elementi di gruppi terroristici di Miami ed il loro vincolo con cui operano in Venezuela.

da Prensa Latina

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*