Notizie »

Noam Chomsky: gli USA sono i creatori di Isis

Noam Chomsky

Noam Chomsky

Noam Chomsky, riconosciuto scrittore e filosofo degli Stati Uniti, ha criticato la politica statunitense in Medio Oriente ed ha collegato la nascita dell’Isis con l’intervento di questo paese in Iraq.  

In un’intervista concessa a Truthout ha sostenuto che “l’apparizione dell’Isis e la diffusione generale della yihadismo radicale è una conseguenza abbastanza naturale del martellamento di Washington sulla fragile società dell’Iraq”.

“Credo che gli Stati Uniti sono uno dei creatori fondamentali dell’Isis. (…) I loro interventi distruttivi nel Medio Oriente e la guerra in Iraq sono state le cause di base della nascita dell’Isis”, ha dichiarato Chomsky.

In un’altra parte delle sue dichiarazioni ed in allusione al cessate il fuoco accordato il mese scorso di agosto tra il regime dell’Israele ed il Movimento di Resistenza Islamica Palestina (HAMAS), ha denunciato l’inadempimento del regime usurpatore, mentre la parte palestinese, secondo il linguista nordamericano, “lo compie.”

Tenendo in conto l’appoggio militare, economico, diplomatico ed ideologico di Washington al regime di Tel Aviv, ha accusato le autorità israeliane di portare avanti le loro politiche espansioniste nei territori occupati palestinesi “lasciando i palestinesi in angoli smembrati.”

In riferimento alla recente aggressione israeliana contro il popolo palestinese della Striscia di Gaza, durante la quale sono morti più di 2160 persone, ha criticato la somministrazione di armamenti da parte degli USA al regime di Israele.

“In un momento dato, le armi israeliane sembravano stare esaurendosi, e gli USA hanno somministrato gentilmente al regime di Israele armi più sviluppate, fatto che gli ha permesso di continuare l’attacco”, ha accusato.

Nei 51 giorni di aggressioni israeliane, iniziate agli inizi del mese scorso di luglio contro la nazione palestinese a Gaza, non solo hanno perso la vita almeno 2160 palestinesi, come abbiamo riferito in precedenza, ma 11.100 sono risultati feriti e le infrastrutture di base sono risultate seriamente danneggiate.

Creatore chiave

Chomsky assicura di essere d’accordo con le recenti dichiarazioni dello scrittore ed ex agente della CIA, Graham Fuller, che ha accusato gli USA di essere uno dei “creatori chiave” del gruppo terroristico, come risultato della guerra contro l’Iraq, intrapresa nel 2003.

“La situazione è un disastro per gli USA, ma è un risultato naturale della loro invasione “, ha detto Chomsky.

“Una delle gravi conseguenze dell’aggressione degli Stati Uniti e del Regno Unito è stata quella di fomentare i conflitti settari che stanno spezzando ora l’Iraq in frammenti, e che si sono estesi per tutta la regione con conseguenze terribili”, aggrega l’accademico.

Chomsky fa notare che il fanatismo religioso non si diffonde solo nei paesi del Medio Oriente, ma anche negli USA, fenomeno del quale responsabilizza in parte il Partito Repubblicano.

“Non ci sono molti paesi nel mondo dove la gran maggioranza della popolazione creda che la mano di Dio guida l’evoluzione, e dove quasi la metà di loro pensi che il mondo è stato creato poche migliaia di anni fa”, ha detto.

“E man mano che il Partito Repubblicano è diventato tanto estremo servendo i ricchi ed il potere delle corporazioni che non può ricorrere all’opinione pubblica affinché appoggi le sue politiche reali, si è visto obbligato a ricorrere a questi settori come una base di elettori, dando loro un’influenza sostanziale nella politica”, ha denunciato Chomsky

con informazione di Russia Today ed altre agenzie

traduzione di Ida Garberi

1 Comentario

Hacer un comentario
  1. ginepro / USAeISIS

    Se non i creatori di ISIS, gli Stati Uniti, loro malgrado sono stati i loro maggiori fornitori di armi durante la guerra contro Saddam . Esattamente come accadde in Afghanistan durante il tentativo di occupazione effettuato dai Russi e contrastato efficacemente dai Talebani. I nuovi Russi adesso sono le truppe alleate, italiane comprese .

    Responder     

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*