Notizie »

Lavrov: America Latina sarà una dei pilastri del nuovo ordine mondiale

Serguei Lavrov

Serguei Lavrov

Il cancelliere russo Serguei Lavrov ha assicurato che l’America Latina sarà una dei pilastri del nuovo ordine mondiale; sottolineando che il suo paese coopera con tutti i paesi latinoamericani, specialmente con Brasile, Argentina, Cuba, Cile, Perù e Venezuela.  

Il ministro degli Esteri russo ha affermato nel forum giovanile Seliguer che la Comunità degli Stati Latinoamericani e Caraibici (CELAC) sta segnando una tendenza per creare un mondo multipolare. “L’America Latina è una regione vigorosa che si sta sviluppando, e che ha molte buone prospettive, cosicché presto sarà, e lo è già in parte, uno dei pilastri del nuovo ordine mondiale”, ha sostenuto.

In questo senso, Lavrov ha sottolineato che nei paesi di questa regione si formano associazioni ed organizzazioni politiche ed economiche che, secondo lui, “stanno sviluppando attivamente un processo di integrazione”. “Non esiste nessun paese che non appartenga almeno ad un’organizzazione per l’integrazione, e noi abbiamo relazioni con tutte queste alleanze e con tutti i paesi, senza eccezione, dell’America Latina”, ha sostenuto il titolare degli Esteri russo.

Inoltre, Lavrov ha anticipato che sia Russia che i paesi latinoamericani si scambieranno a partire da ora molte visite ufficiali con maggiore frequenza ed ha ricordato che Russia ha già formato commissioni interstatali di commercio e cooperazione con molti di loro.

In riferimento al condono del 90% del debito che Cuba aveva contratto con l’Unione Sovietica, il cancelliere ha segnalato che questa misura aiuterà ad incrementare la crescita dell’economia cubana. “Non tutto può misurarsi con denaro […] Abbiamo aspettato molto tempo per condonare gran parte del debito cubano ed, alla fine dei conti, abbiamo deciso di aiutare”, ha sottolineato il ministro, risaltando che il debito attuale è di circa 3.500 milioni di dollari, che saranno investiti nell’isola con l’appoggio di ditte russe.

Il cancelliere russo ha ricordato il viaggio storico in America Latina, un mese fa, del presidente Vladimir Putin, durante il quale ha visitato Cuba, Argentina e Brasile, ha partecipato al Vertice dei BRICS ed in un forum addizionale con 12 leader dell’America del Sud. Nell’ampio programma di Putin sono state trattate materie come energia, trasporto, difesa, spazio e attrezzature pesanti, aree del massimo interesse per tutti gli stati.

D’altra parte, Lavrov ha sottolineato che le azioni degli USA e dell’Unione Europea ostacolano gli sforzi della Russia per eliminare le minacce globali. “I nostri passi collettivi nella scena internazionale per eliminare tutte queste sfide e minacce vengono ostacolati dalle intenzioni degli USA, e dall’Occidente in generale, per conservare il loro dominio nel mondo, una posizione alla quale si sono abituati durante varie centinaia di anni, e vogliono ritardare artificialmente la realizzazione di un mondo multipolare e policentrico, che invece riflettono le tendenze obiettive dello sviluppo mondiale”, ha concluso.

da Russia Today

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*