Notizie »

Israele lancia attacco aereo massiccio contro Gaza

Le Forze di Difesa dell’Israele hanno annunciato l’avviamento dell’operazione ‘Borde Protector’ (Protective Edge) contro la Striscia di Gaza.  

Come informano mezzi locali, il paese ebraico ha effettuato già vari bombardamenti su Gaza, che hanno lasciato almeno tre feriti fino al momento.

La misura arriva in risposta al lancio questo lunedì di circa 40 missili da parte dei militanti di Gaza verso il territorio meridionale di Israele.

La tensione tra Palestina ed Israele è peggiorata ultimamente coi recenti bombardamenti della Striscia di Gaza da parte delle forze armate dell’Israele e la promessa del movimento Hamas di vendicare la morte dei suoi compagni caduti negli attacchi.

Hamas ha assicurato questo lunedì che Israele “pagherà il prezzo per la scalata di violenza” del massacro sionista, poche ore dopo la morte di nove persone, tra queste sette membri del suo braccio armato, le Brigate Ezzeldin al Qassam, in un bombardamento contro l’enclave.

Il portavoce della formazione islamica, Sami Abu Zuhri, ha indicato che “l’assassinio da parte del nemico di vari membri delle Brigate Ezzeldin al Qassam e della resistenza è una grave scalata di violenza, per la quale dovranno pagare un prezzo”, come ha informato l’agenzia palestinese di notizie Maan.

L’Esercito israeliano ha confermato i bombardamenti, assicurando che gli stessi sono stati “la risposta agli attacchi con missili (dalla Striscia) contro il sud di Israele”. Ugualmente, ha manifestato che i suoi attacchi hanno raggiunto nove “obiettivi terroristi” nell’enclave.

Questa stessa domenica, il primo ministro israeliano, Benjamin Netanyahu, ha cercato di tranquillizzare i suoi cittadini assicurando che il Governo sta facendo tutto ciò che sia possibile per restaurare la calma nel sud, dove negli ultimi giorni sono caduti decine di missili sparati dalla Striscia di Gaza, ma ha difeso la necessità di agire a “mente fredda.”

Netanyahu ha anche fatto riferimento alla tensione che si vive a Gerusalemme, dove negli ultimi giorni ci sono stati presuntamente tumulti tra palestinesi ed arabo-israeliani a causa dell’assassinio di un adolescente palestinese in vendetta per il sequestro ed assassinio di tre giovani israeliani in Cisgiordania.

con informazioni di RT

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*