Artículos de Notizie

Notizie »

Russia sfida il bloqueo e intensifica il commercio con Cuba (+81%)

RaulPutin

Russia ribadisce il suo sostegno a Cuba nella lotta contro il blocco degli Stati Uniti e aumenta la mole di affari in un clima diplomatico sempre più favorevole. Diverse aziende russe, tra cui Avtovaz – la più grande casa automobilistica del paese – la compagnia petrolifera russa Rosneft e il monopolio statale delle infrastrutture Russian Railways (RZD) hanno aumentato gli investimenti a Cuba e il valore per il 2017 dovrebbe raggiungere a 400 milioni di dollari entro la fine del 2017. Lo riporta oggi la Tv russa RT.

Notizie »

Chiave di lettura delle proteste sociali in Argentina

protestas-en-argentina-580x312

Mauricio Macri avrà da agosto (del 2017) uno stipendio di $208.000 pesos lordi al mese, dopo che si applicherà un aumento del 20% sia per lui, che per il suo gabinetto, hanno informato fonti ufficiali. La cifra arriva fino a $208.000 se si applicano queste quote ai $173.000 che il Presidente ha guadagnato questo mese. Con le deduzioni corrispondenti, allora, Macri riscuoterà circa $130.000 netti a partire da agosto. La maggior parte delle deduzioni sono dovute alla tassa sui guadagni.

Notizie »

Che menzogna, ma chi ti crede?

TRUMP-CNN-DEBATE-580x290

Sembra che Donald Trump non abbia limiti. Dopo avere aumentato il bloqueo, messo ancora più intoppi ai viaggi degli statunitensi a Cuba, colpito con le sue misure i commerci privati e le aziende statali, incoraggiato fino all’estremo la destra anticubana, orchestrato il montaggio dei supposti attacchi sonici ed intorpidito la possibile acquisizione del visto per i cittadini cubani che viaggiano negli Stati Uniti, si dichiara come un tipo popolare tra i cubani.

Notizie »

Fidel Castro, l’altro nome della dignità

9.-En-la-Plaza-de-la-Revolución-1965-50-x-34-cm-Fidel-Castro-580x394

Ci sono uomini che attraversano i secoli e si iscrivono nell’eternità, poiché personifica principi. Massimiliano Robespierre, l’incorruttibile, l’apostolo dei poveri, dedicò la sua esistenza, breve ed intensa, a lottare per la libertà del genere umano, per l’uguaglianza di diritti per tutti i cittadini, per la fraternità fra tutti i popoli del mondo, suscitando l’odio feroce dei Termidoriani e dei loro eredi, che dura fino ad oggi. Fidel Castro, l’altro nome della dignità, prese le armi per rivendicare il diritto del suo popolo e di tutti i condannati della terra a scegliere il proprio destino, alimentando l’avversione delle forze retrograde di tutto il pianeta.

Notizie »

Hezbollah: Il Piano di Trump per Gerusalemme è una nuova dichiarazione di Balfour

Seyed Hassan Nasrallah

“Riteniamo che essa sia diventata la seconda Dichiarazione di Balfour, 100 anni dopo la prima,” ha dichiarato, oggi, Seyed Hassan Nasrallah, il segretario generale del Movimento di Resistenza Islamico in Libano (Hezbollah) dopo l’annuncio da parte del Presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, del riconoscimento di Al-Quds (Gerusalemme) come capitale israeliana.

Notizie »

In Honduras c’è una dittatura avallata dagli Stati Uniti

mel-zelaya-salvador-nasrall

Manuel Zelaya, ex presidente honduregno (eletto per il periodo 2006-2010) è stato vittima di un golpe di Stato nel 2009 ed ora è coordinatore dell’Alleanza Oppositrice contro la Dittatura, coalizione elettorale che sostiene il candidato Salvador Nasralla contro il candidato Josè Orlando Hernandez, attuale mandatario, che cerca di essere rieletto per il conservatore Partito Nazionale. Il conteggio finale del Tribunale Supremo Elettorale ha dato la vittoria ad Hernandez con 42,98% dei voti, contro il 41,39% del suo rivale, ma dopo una caduta del sistema informatico del conteggio dei voti ed allegazioni di frode elettorale, Nasralla, appoggiato dai suoi seguaci sulle strade, non ha riconosciuto il risultato ed ha chiesto di controllare lo scrutinio dei voti.

Notizie »

Partecipazione elettorale dell’86%, segno di disperazione; milioni ricordando Fidel, sindrome di Stoccolma: Cuba versione ‘El Mundo’

Cubaelecciones

Un anno fa, dopo la morte di Fidel Castro, il quotidiano spagnolo “El Mundo” spostava a L’Avana il suo corrispondente Daniel Lozano, che ci spiegava, allora, perché milioni di persone facevano lunghe file. Perché tante piangevano per le strade per il leader cubano: vivevano una “sindrome di Stoccolma” collettiva. Un anno dopo, questo stesso giornalista era l’incaricato di occuparsi delle recenti elezioni municipali sull’isola: “una fantasia rivoluzionaria -così le descrive- che nasconde elezioni teledirette dal potere, dalle quali sono stati esclusi quasi duecento oppositori”.

Notizie »

Centinaia di italiani si manifestano sulle strade di Milano in appoggio a Cuba

milan-solidaridad-cuba-1-580x435

Circa 700 persone sono sfilate questo sabato nella città di Milano, con l’obiettivo di chiedere la fine del bloqueo statunitense contro Cuba e la devoluzione della Base Navale di Guantanamo. La manifestazione, organizzata dall’Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba, ha attraversato tutto il centro della città ed è terminata di fronte al Castello Sforzesco.

Notizie »

Opposizione honduregna denuncia furto di voti dopo lo scrutinio

teleSur

Il candidato presidenziale dell’Honduras, Salvador Nasralla ha denunciato questo lunedì le presunte irregolarità nelle quali è stato avvolto lo scrutinio in Honduras. C’è stato un broglio nei seggi. Hanno fatto votare anche i morti e la gente che vive negli USA, ha detto Nasralla in un’intervista esclusiva per TeleSUR. Durante l’intervista, il funzionario honduregno ha reiterato il suo appello alla revisione dei verbali.

Notizie »

Zelaya accusa Tribunale Supremo Elettorale di dare fuoco ad Honduras

honduras

L’ex presidente honduregno Manuel Zelaya ha accusato oggi il discusso Tribunale Supremo Elettorale (TSE) di dare fuoco al paese manipolando i dati delle elezioni generali, celebrate domenica scorsa, e delle quali si ignora ancora il vincitore. “Il TSE ha dato fuoco ad Honduras coi dati manipolati che ha pubblicato oggi contro @SalvadorAlianza. Il popolo è sulle strade difendendo quello che ha deciso nelle urne”, ha scritto Zelaya nel suo account di Twitter.