Notizie »

La sentenza sull’estradizione di Assange negli Usa verrà emessa il 4 gennaio

AssangeLa giudice britannica Vanessa Baraitser ha annunciato oggi che deciderà il 4 gennaio 2021 se il fondatore di WikiLeaks Julian Assange debba essere estradato negli Stati Uniti.

Durante le precedenti udienze, gli avvocati dell’attivista hanno sostenuto che le accuse sono motivate politicamente, che la sua  salute mentale è a rischio, che le condizioni nelle carceri statunitensi violano le leggi sui diritti umani del Regno Unito e che lui ed i suoi avvocati sono stati spiati mentre era nell’ambasciata ecuadoriana a Londra in asilo politico.

Nel frattempo, il team legale che rappresenta gli Stati Uniti ha risposto che molti di questi argomenti sono questioni che devono essere affrontate durante il processo e non hanno nulla a che fare con l’estradizione.

Assange è stato arrestato dalla polizia metropolitana del Regno Unito nell’aprile 2019, dopo che Ecuador ha ritirato il suo asilo precedentemente concesso. Il giornalista da allora è stato imprigionato e sta attualmente combattendo contro l’estradizione negli Stati Uniti, dove deve affrontare più di 17 accuse ai sensi dell’Espionage Act per la pubblicazione di materiali segreti e informazioni riservate.

Durante un’udienza di martedì, due testimoni anonimi hanno rivelato piani per avvelenare o rapire l’attivista mentre era in asilo politico nell’ambasciata ecuadoriana, cosa che sarebbe stata preparata da agenti dell’intelligence statunitense e da una società di sicurezza privata che l’ha spiato costantemente il co-fondatore di WikiLeaks.

traduzione di Ida Garberi

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati. *

*