Notizie »

Ecuador e Stati Uniti valutano riattivazione delle relazioni bilaterali. Dove vuole andare Lenin Moreno?

Rafael Correa

Rafael Correa

Continua in Ecuador l’inversione a U di Lenin Moreno. Il nuovo presidente eletto soprattutto grazie alla popolarità di cui godeva Rafael Correa, sconfessa ulteriormente il suo predecessore, anche sulle alleanze internazionali del paese.

Come confermato dal vicepresidente degli Stati Uniti, Mike Pence, non proprio un amico dell’America Latina socialista e progressista, nel corso di questo mese visiterà l’Ecuador per “riattivare” le relazioni tra i due paesi.

L’agenzia statale ecuadoriana Andes afferma che Pence arriverà a Quito “dopo l’invito che il presidente Lenin Moreno avrebbe fatto, secondo quanto riferisce la Casa Bianca”.

La stessa fonte cita l’ambasciata statunitense a Quito e riferisce che Pence ha tenuto una conversazione telefonica con il presidente Moreno sul ripristino delle relazioni bilaterali tra i due paesi.

Secondo quanto riferisce la diplomazia statunitense, l’invito serve ad “analizzare l’opportunità di riattivare le relazioni bilaterali tra gli Stati Uniti e l’Ecuador”.

La stessa fonte sottolinea che nel quadro dell’incontro dell’Assemblea Generale dell’OAS, i rappresentanti di entrambi i paesi hanno discusso “della crisi umanitaria ed economica in Venezuela e della necessità di collaborare con altre nazioni con idee affini per proteggere e promuovere la libertà nell’emisfero”.

Una differenza abissale con il governo di Rafael Correa che non esitò a vietare l’utilizzo della base militare di Manta agli Stati Uniti.

Fin dove si vuole spingere Moreno?

da L’AntiDiplomatico

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati. *

*