Notizie »

Mujica: se fallisce la pace in Colombia, fallisce America Latina

colombia-farc-reuion-1L’ex presidente dell’Uruguay Josè Mujica ha sentenziato oggi a Cartagena, in Colombia, che il costo della tolleranza è infinitamente minore del costo della guerra, in una riunione di bilancio sulla firma dell’Accordo di Pace in Colombia.  

“Tutto ciò non può avere una retrocessione. Se questo processo di pace in Colombia fallisce, fallisce America Latina”, ha sottolineato l’ex mandatario, che ha assistito con l’ex capo del governo spagnolo Felipe Gonzalez, ad un incontro governo-FARC in questa città.

“Bisogna imparare a tollerare, a vivere nella differenza”, ha detto Mujica, che ha considerato che c’è bisogno di tempo per la riconciliazione.

“Desidero con tutto il cuore che il fantasma della guerra non cammini per le strade, per i monti, per le catene montuose, per le selve dell’America Latina”, ha affermato concludendo l’appuntamento, nel quale il partito Forza Alternativa Rivoluzionaria del Comune (FARC) espresse una forte preoccupazione per il difficile momento che attraversa la pace.

“Naturalmente ci sono difficoltà; non è un problema delle FARC e del governo, è un problema della società colombiana, è fondamentale che il popolo si renda conto che le soluzioni di un paese per superare la guerra sono difficili e delicate”, ha detto l’ex governante uruguaiano.

La guerra non può essere un progetto di futuro per nessuno, ha insistito.

Gonzalez e Mujica hanno assistito al dialogo in qualità di notabili della Commissione di Seguito, Impulso e Verifica dell’Implementazione degli accordi di pace concordati a L’Avana.

Per l’amministrazione di Juan Manuel Santos, hanno accompagnato il presidente del paese nella riunione di Cartagena il vice presidente della Repubblica, Generale Oscar Naranjo; il ministro dell’Interno, Guillermo Rivera; il ministro della Difesa, Luis Carlos Villegas; l’alto delegato di pace, Rodrigo Rivera, ed il consigliere per il post-conflitto, Rafael Pardo.

Erano presenti per il FARC il dirigente Ivan Marquez, Jesus Santrich, Pastor Alape, Pablo Catatumbo, Rodrigo Granda e Victoria Sandino.

da Prensa Latina

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*