Notizie »

Gli USA ritireranno più della metà del personale della loro ambasciata a Cuba

embajada-eeuu-en-cuba-580x330Il Dipartimento nordamericano di Stato confermò oggi che ritirerà più della metà del suo personale dell’ambasciata a Cuba e sospenderà l’emissione di visti nell’isola, dopo incidenti riportati dai suoi diplomatici.

Due funzionari dell’entità federale fecero conoscere, inoltre, che si pubblicherà una nota di “Allerta di Viaggio” nella quale si raccomanderà ai cittadini statunitensi di evitare di visitare il paese caraibico, anche se le notizie dei danni alla salute solo parlano dei membri del servizio estero.

Le misure si fanno conoscere pochi giorni dopo che l’isola caraibica sollecitasse a Washington di non politicizzare un tema di questa natura e che non si prendessero decisioni affrettate e senza sostentamento su evidenze e risultati investigativi concludenti.

Come informarono rappresentanti dell’entità federale, questo venerdì si ha dato l’ordine di uscita del personale che non è di emergenza assegnato alla sede diplomatica a L’Avana, e dei suoi parenti.

Nell’isola caraibica rimarrà il corpo minimo per servizi di emergenza e per assistere i cittadini nordamericani.

Tali misure si adottarono malgrado i funzionari governativi sostenessero che entrambi i paesi continuano le loro rispettive investigazioni nella materia.

Inoltre, le fonti riconobbero lo sforzo che il governo cubano ha fatto per investigare questo successo e la sua cooperazione nel facilitare l’indagine degli Stati Uniti.

Per giustificare tali passi si argomentarono motivi di sicurezza, ed i funzionari del Dipartimento di Stato rimarcarono che si manterranno le relazioni diplomatiche tra i due paesi, ristabilite in luglio del 2015, dopo più di 50 anni di rottura.

da Prensa Latina

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*