Notizie »

Dilma in una lettera al popolo brasiliano: “Sono innocente”

dilma-rousseff-580x362In una lettera aperta al popolo brasiliano, la presidentessa sospesa Dilma Rousseff affermò questo martedì di essere “innocente” e chiese al Senato che smetta con il processo di impeachment che potrebbe far terminare il suo mandato alla fine del mese.  

“Sarà necessario che il Senato chiuda il processo di impeachment, riconoscendo davanti alle prove irrefutabili che non c’è stato nessun crimine di responsabilità, che sono innocente”, segnalò Rousseff leggendo la lettera davanti alla stampa, nel Palazzo di Alvorada.

La mandataria promise che se non è destituita nella tappa finale del giudizio che comincerà il 25 agosto, e che si estenderà per cinque giorni, convocherà ad un plebiscito affinché i brasiliani decidano se vogliono anticipare le elezioni presidenziali, previste per il 2018.

“Sono convinta della necessità e darò il mio appoggio irrevocabile alla convocazione di un plebiscito con l’obiettivo di consultare la popolazione sulla realizzazione anticipata delle elezioni”, annunciò Rousseff nel suo Messaggio al Senato ed al popolo brasiliano.

“Se si consuma l’impeachment senza crimine di responsabilità, avremmo un golpe di Stato. Il collegio elettorale di 110 milioni di elettori sarebbe sostituito da 81 senatori”, disse.

La prima donna a presiedere il Brasile è accusata di violare la Costituzione autorizzando delle spese alle spalle del Congresso e fu rimpiazzata temporaneamente dal suo vicepresidente, l’impopolare Michel Temer.

Rousseff accusa Temer di essere un “traditore” per articolare un arco oppositore che, come indicano tutti i sondaggi nel Senato, finirà col ciclo di più di 13 anni del Partito dei Lavoratori, legalmente eletto nel potere.

con informazioni di AFP

traduzione di Ida Garberi
foto: www.irishtimes.com

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*