Articoli su Brasile

Notizie »

Scavano tombe nella spiaggia di Rio de Janeiro come protesta contro Bolsonaro

tumbas-rio-de-janeiro-580x324

Brasiliani critici della risposta ambigua del loro governo alla pandemia del coronavirus hanno scavato giovedì 100 tombe ed hanno piantato lo stesso numero di croci nere nella sabbia della spiaggia di Copacabana a Rio de Janeiro, in un tributo per le circa 40 mila persone che sono morte nel paese per la COVID-19 fino al momento. Le tombe sono state scavate durante la notte nella spiaggia di fronte all’elegante Hotel Copacabana nell’ambito di una protesta dell’organizzazione non governativa Rio de Paz.

Notizie »

Fidel: “Non è possibile aspettare, perché domani potrebbe essere troppo tardi”

fidel-580x385

Rio de Janeiro, Brasile. Giugno del 1992. La città meticcia e vibrante accoglie una delle riunioni più trascendenti che abbia avuto luogo: la Conferenza delle Nazioni Unite sull’Ecosistema e sullo Sviluppo. Le sue deliberazioni sono cominciate il 3 giugno con esperti e ministri e si sono concluse tra i giorni 12 e 14 coi capi di stato e di governo.

Notizie »

Cile esaurisce le bombe lacrimogene e le acquista in Brasile

Chile-bombas-lacrimogenas1

Come risultato del suo eccessivo uso contro il movimento sociale dal 18 ottobre, le forze dell’ordine cilene hanno praticamente esaurito le bombe lacrimogene ed hanno dovuto comprarne nuove quantità in Brasile.

Notizie »

Leonardo DiCaprio risponde a Bolsonaro sulle accuse di aver finanziato i roghi in Amazzonia

Bolsonaro-LeonardoDicaprio

Continua il botta e risposta tra Leonardo DiCaprio e Jair Bolsonaro, dopo che il presidente brasiliano aveva accusato l’attore di finanziare direttamente le Ong che avrebbero provocato gli incendi in Amazzonia. Ambientalista e sempre in primo piano per sostenere il Pianeta e le comunità indigene, DiCaprio respinge le accuse e sui social risponde a tono, soprattutto perché ricordiamolo, è stato tra i primi a dare un sostegno concreto per fermare i roghi che hanno distrutto buona parte della Foresta amazzonica.

Notizie »

Lula libero dopo la decisione del Tribunale Supremo Federale del Brasile

Lula-Libre-580x387

L’ex presidente del Brasile, Luiz Inacio Lula da Silva, si ritira dalla sede della polizia di Curitiba in mezzo ad abbracci ed assedio dei mezzi di comunicazione che stavano aspettando la sua uscita da quando è stata annunciata la sua liberazione alcune ore prima. Il giudice che segue il caso Lula ha autorizzato la sua liberazione questo venerdì dopo che la sua difesa facesse il sollecito presso la Giustizia Federale di Curitiba, dopo l’annullamento della prigione in seconda istanza dettata dal Tribunale Supremo Federale (STF).

Notizie »

Lula: non scambierò la mia dignità per la mia libertà

carta Lula

In Brasile si gioca una partita chiave per gli equilibri internazionali, oltre che per il futuro di più di 200 milioni di brasiliani. L’incendio dell’Amazzonia e un modello di sviluppo feroce e predatorio, l’influenza delle Chiese evangeliche, l’asservimento agli USA sono il portato dei primi 9 mesi della presidenza Bolsonaro

Notizie »

Lula, 500 giorni davanti alle avversità

Lula da Silva

Si sono compiuti i 500 giorni di prigionia di Luiz Inacio Lula da Silva il 20 agosto 2019, nel mezzo di una crisi politica-economica di grandi dimensioni che sta vivendo Brasile. Le rivelazioni di Glenn Greenwald hanno dimostrato che Lava Jato è stato lo strumento giudiziario per una doppia operazione a forma di tenaglia

Notizie »

Chi provoca gli incendi in Amazzonia e quali sono le responsabilità di Bolsonaro?

Amazzonia1

L’Amazzonia brucia. Con l’incendio che colpisce uno dei polmoni verdi del pianeta divampano le polemiche. Le organizzazioni e i movimenti ambientalisti hanno incolpato il presidente brasiliano Jair Bolsonaro per la grave situazione che questa regione brasiliana sta attraversando. Il fascio liberista a sua volta ha ribattuto puntando il dito proprio contro le ONG.

Notizie »

Le menzogne dei fantocci di Trump

bolsonaro-1-580x385

Menzogne e capri espiatori sono le due leve fondamentali per fare politica del “trumpismo”. Si è già calcolato che il presidente statunitense dice 20 menzogne al giorno, con una produttività quasi insuperabile. I capri espiatori principali di Trump sono i messicani, responsabili di tutti i mali degli USA

Notizie »

Padura su Lula: “Prima o poi la giustizia farà la sua parte”

padura-300

Durante una tournée in Brasile per promuovere il suo romanzo “La trasparenza del tempo”, lo scrittore cubano Leonardo Padura ha voluto fare visita all’ex presidente Lula a Curitiba. L’incontro è avvenuto il 15 agosto 2019, insieme all’attivista Monica Benicio, vedova di Marielle Franco. Dopo la visita, l’autore di “L’uomo che amava i cani” ha rilasciato la seguente dichiarazione pubblica, in cui esprime la sua solidarietà con l’ex presidente e raccontando alcune impressioni sull’incontro e sulla situazione del paese.