Notizie »

I parapolitici sono già arrivati

La pagina colombiana ElTiempo.com del 2 luglio 2005 dimostra che i paramilitari colombiani lavano i loro capitali nei paesi vicini mediante “contrabbando di benzina, riso, elettrodomestici e veicoli, trasporto pubblico (collettivi e moto- taxi), giochi d’azzardo (casinò), confezioni, costruzione e prostituzione”. Dal principio del secolo appaiono paramilitari e sicari associati a gruppi oppositori, ben politici, ben proprietari terrieri di estrema destra.

Buona parte delle morti delle autorità e dei cittadini bolivariani durante gli attacchi terroristici del principio del 2014 sono state per colpi alla testa ben precisi, presumibilmente sparati da persone con allenamento militare o paramilitare.

L’inqualificabile assassinio perpetrato dal “difensore dei diritti umani” Lorent Saleh contro Robert Serra e la sua compagna, dimostra anche una firma di una crudeltà inutile ed accanimento avviato a diffondere la paura. L’esecrabile crimine contro Liana Hergueta ed il trattamento infamante inferito ai suoi resti portano la stessa firma.

Basta considerare i suoi autori confessi: Trejo Mosquera, dirigente di Prima Giustizia, partecipante nelle guarimbe, prepara ed esegue l’assassinio perché le denunce della vittima truffata potrebbero pregiudicare la sua “carriera politica”. Perez Venta, anche lui “difensore dei diritti umani” per propria confessione terrorista guarimbero, militante di Volontà Popolare, di Javu e di Operazione Libertà, vincolato con Antonio Ledezma, Maria Corina Machado e Alvaro Uribe, è coautore materiale, insieme a Josè Angulo Sanchez, delinquente comune.

Abbiamo così un’alleanza macabra tra dirigenza conservatrice, sicariato, terrorismo, malavita ordinaria e falsa “difesa dei diritti umani”. Tutte le evidenze corroborano che questo “nuovo modus operandi” ed i suoi crimini perpetrati sono stati promossi in Venezuela dall’opposizione. Se così si oppongono, figuriamoci come saranno governando. Tutto l’anno sarebbe il Giorno dei Morti.

di Luis Britto Garcia

preso da Ultimas Noticias

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*