Notizie »

Stampa affine al Governo spagnolo riconosce che, questo, ricatta Cuba con il tema ETA nel dialogo con gli USA

Per anni, il messaggio “antiterrorista” più duro contro l’organizzazione basca ETA è stato un fattore di attrazione di voti per la destra, per il Partito Popolare spagnolo, oggi al Governo (1). In netto calo nei sondaggi per le prossime elezioni (2), questo partito cerca ora di resuscitare il fantasma di ETA, anche se questa ha cessato la sua attività armata oltre tre anni fa (3). 

In questo scenario s’inquadra una nuova campagna, guidata dai giornali vicini al Governo spagnolo, tra cui “El Mundo” (4) e “ABC” (5) sulla presenza di membri dell’ETA a Cuba.

Tutto è iniziato con la recente visita a L’Avana di José Luis Rodriguez Zapatero, ex presidente spagnolo. La sua visita, in ambito privato, era inquadrata in un’iniziativa internazionale che chiede ai governi la definitiva abolizione della pena di morte. Cuba ancora la mantiene nel suo Codice Penale, anche se non l’applica da 12 anni (6).

Il presidente cubano Raul Castro considerò personalmente la petizione di Zapatero, che a sua volta sostenne Cuba nella sua rivendicazione di essere rimossa dalla “lista dei paesi che sostengono il terrorismo”, preparata dalla Casa Bianca e che implica sanzioni che si aggiungono al blocco che già soffre l’Isola (7).

Che Raul Castro ricevesse Zapatero e non avesse ricevuto, in novembre, l’attuale ministro degli Esteri spagnolo Jose Manuel Garcia-Margallo, ha estremamente irritato il governo spagnolo e la sua stampa più vicina (8).

Solo il quotidiano “El Mundo” arrivò a pubblicare, in poco più di una settimana, fino a 16 note ed articoli giustificando la collera del governo spagnolo (9).

Il ministro García-Margallo ha criticato Zapatero con un argomento che scopre come la Spagna cerchi di ostacolare il nascente dialogo Cuba-USA: Madrid avrebbe chiesto alla Casa Bianca che mantenga Cuba in quella “lista di paesi terroristi”, sino a che l’Avana non estradi a Madrid due membri dell’ETA residenti a Cuba (10).

Così, Governo e stampa spagnola colgono l’occasione per resuscitare il mito della presunta collaborazione del Governo cubano con l’ETA.

Ricordiamo che queste persone furono accolte a Cuba – come altre a Panama, Uruguay, Nicaragua, Capo Verde, Sao Tome, Venezuela e Repubblica Dominicana – oltre 30 anni fa su espressa richiesta del Governo spagnolo di Felipe González (11). L’attuale richiesta di estradizione di due di loro sarebbe basata sul fatto che i loro nomi sono apparsi – presumibilmente – sul computer del capo guerrigliero colombiano assassinato nel 2008, Raúl Reyes (12), i cui dischi fissi furono – secondo numerose organizzazioni per i diritti umani – manipolati dai Servizi segreti colombiani (13).

La richiesta di estradizione sembra, inoltre, fuori dal tempo: la guerriglia delle FARC negozia con il Governo colombiano da due anni, una pace definitiva, proprio a l’Avana (14). E l’ETA da più di tre anni ha dichiarato il cessate il fuoco, anch’esso definitivo (15).

Il 28 febbraio, la giornalista del quotidiano “El Mundo” Angels Escrivá, in un testo intitolato “La Spagna chiede l’ estradizione di due storici membri dell’ETA a Cuba”, si esercita come portavoce di fatto del governo spagnolo (16). `L’Avana ha dato il silenzio per risposta (alla citata richiesta di estradizione)- diceva – nonostante (…), che sia la chiave perché la Spagna si mostri favorevole alla richiesta” di Cuba di essere rimossa dalla lista USA dei paesi collaboratori con il terrorismo.

Questo prepotente e neocoloniale atteggiamento ricattatorio giocava un brutto scherzo alla giornalista, che commetteva due errori d’antologia.

Uno: affermava che “la questione (delle estradizioni) è la chiave perché la Spagna ritiri il regime castrista dalla lista dei paesi che collaborano con il terrorismo”. Cioè, confondeva la paternità della famosa lista e l’attribuiva alla Spagna, e non agli USA, governo che realmente la stila. E due: al riferirsi ad altri due militanti dell’ETA che, presumibilmente, anche vivono a Cuba, dopo aver riconosciuto che “nessuno dei due ha cause pendenti” con la Giustizia spagnola, ha aggiunto che “la loro consegna (alla Spagna) dimostrerebbe la buona volontà” (da parte di Cuba). La domanda è ovvia: se queste persone non hanno cause in sospeso, a quale giudice li dovrebbe consegnare Cuba?

In breve: il Partito Popolare utilizza, ancora una volta, il trito e ritrito tema del “antiterrorismo” per attrarre un elettorato in massiccia fuga; e la grande stampa spagnola compie, ancora una volta, il suo ruolo di propagandista. In questo caso, non solo del Governo spagnolo, ma delle posizioni politiche USA a destra della stessa Casa Bianca (17).

di José Manzaneda, coordinatore di Cubainformación

Tradotto da Francesco Monterisi

per vedere il video

(1) http://www.rebelion.org/noticia.php?id=175567

(2) http://www.huffingtonpost.es/2015/03/08/encuesta-metroscopia_n_6825502.html

(3) http://gara.naiz.eus/eta-anuncia-cese-definitivo-actividad-armada.php

(4) http://www.elmundo.es/espana/2015/02/28/54f19c98268e3e333d8b4573.html

(5) http://www.abc.es/espana/20150302/abci-margallo-zapatero-201503021054.html

(6) http://www.noticias24.com/internacionales/noticia/98762/raul-castro-recibio-en-cuba-al-expresidente-espanol-jose-luis-rodriguez-zapatero/

(7) http://noticias.terra.es/mundo/latinoamerica/zapatero-cierra-gira-a-cuba-que-causa-ira-del-gobierno-espanol,cd0ae7f51a7cb410VgnCLD200000b1bf46d0RCRD.html

(8) http://www.libertaddigital.com/espana/2015-02-26/margallo-muy-molesto-tilda-de-desleal-e-inoportuno-el-viaje-de-zapatero-y-moratinos-a-cuba-1276541747/

(9) http://www.elmundo.es/internacional/2015/02/27/54f0377be2704e240b8b4574.html

(10) http://www.elmundo.es/espana/2015/03/02/54f43ae7e2704e9b578b4576.html

(11) http://www.elconfidencial.com/espana/eta-venezuela-audiencia-nacional-20100324.html

(12) http://www.rebelion.org/noticia.php?id=191453

(13) http://www.rebelion.org/noticia.php?id=67521

(14) http://ecodiario.eleconomista.es/internacional/noticias/6507152/02/15/Negociaciones-de-paz-con-las-FARC-han-evitado-unas-5000-victimas-segun-un-informe.html#.Kku8X4RtayrP98C

(15) http://www.cubadebate.cu/noticias/2014/09/27/eta-hace-llamado-para-aprovechar-contexto-favorable-para-independencia-vasca-video/#.VP9gb47SmCU

(16) http://www.elmundo.es/espana/2015/02/28/54f119f5e2704e5d128b4579.html

(17) http://www.lavozdegalicia.es/noticia/internacional/2015/02/26/senador-republicano-dice-kerry-cuba-refugio-eta-farc/00031424974297652793132.htm

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*