Notizie »

Ban Ki-moon risalta i risultati del sistema cubano della sanità

Ban Ki-moon

Ban Ki-moon

Il segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon, ha risaltato oggi i risultati del sistema della sanità cubano e l’aiuto solidale che offrono i medici di questo paese caraibico in molte parti del mondo.

“Dovete sentirvi felici per formarvi nella scuola di Medicina più avanzata del mondo”, ha detto il funzionario in un incontro con studenti della Scuola Latinoamericana di Medicina (ELAM), centro ubicato a L’Avana.

“Vi chiedo di imparare ed approfittare di questa opportunità, di poter studiare a Cuba e poi lavorare insieme a me e con le Nazioni Unite per fare di questo mondo un luogo più salutare e forte, dove non ci siano bambini che abbiano fame o persone che decedano per malattie prevenibili come la malaria”, ha continuato Ban Ki-moon.

Nella sua visita all’ELAM, accompagnato dalla segretaria esecutiva della Commissione Economica per America Latina ed i Caraibi, Alicia Barcena, ha sottolineato i risultati positivi del sistema di salute cubano come la bassa mortalità infantile, la maggiore speranza di vita ed una copertura universale di salute, ed ha affermato che sono un modello per molte parti del mondo.

Ban Ki-moon ha manifestato la sua gratitudine a Cuba ed all’ELAM per i suoi apporti indispensabili per il fronte della cooperazione Sud-Sud, per essere nella linea principale della solidarietà a livello mondiale.

Il segretario generale dell’organismo internazionale e la delegazione accompagnante, sono stati ricevuti dal ministro di Salute cubano, Roberto Morales, e dal rettore dell’ELAM, dottore Rafael Gonzalez.

Attualmente integrano questo progetto 123 paesi di quasi tutti i continenti, e nelle sue nove lauree ha formato 22 mila 115 medici, di loro 17 mila 816 sono della regione dell’America Latina e dei Caraibi.

da Prensa Latina

Foto: Ricardo Lopez Hevia/ Granma

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*