Notizie »

Cancelliere cubano: il tentativo di isolare Cuba è fallito

Bruno Rodriguez

Bruno Rodriguez

“Cuba si onora di accogliere decine di Capi di Stato della regione”, ha affermato il Cancelliere cubano Bruno Rodriguez Parrilla inaugurando questa mattina la Sala di Stampa del II Vertice della Comunità degli Stati dell’America latina e dei Caraibi, nel recinto fieristico Pabexpo, de L’Avana.

Il Cancelliere ha assicurato che l’America Latina ed i Caraibi sono cambiati molto nelle ultime decadi: espressa un profondo senso di sovranità nazionale, ha aggiunto Rodriguez.

Il Cancelliere ha assicurato che Cuba ha relazioni molto soddisfacenti con tutti gli Stati della regione, senza discussione. “Il tentativo di isolare Cuba, che è cominciato con la nascita della rivoluzione, è fallito totalmente ed in questo momento l’unica cosa che soffre un profondo isolamento è la politica nordamericana in relazione con Cuba”, ha detto.

La presenza dei rappresentanti dell’Organizzazione degli Stati Americani (OSA) nel Vertice –ha detto il Cancelliere – risponde alla pratica diplomatica della CELAC: “Cuba, come presidente pro tempore della CELAC, ha seguito la pratica di cortesia diplomatica di invitare il segretario generale dell’OSA al Vertice, tale e come è accaduto negli anteriori.”

Ed ha assicurato: “La posizione nazionale di Cuba in relazione all’OSA rimane invariabile: non ci ritorneremo.”

Ha commentato inoltre che la regione espressa in maniera più unitaria e risoluta il consenso intorno alla CELAC. In questo ultimo anno ha avanzato anche il riconoscimento internazionale della CELAC come unico interlocutore dell’America Latina e dei Caraibi.

Ha anche informato che la Troica ampliata, integrata da Cile, Cuba, Costa Rica e San Vicente e le Granatine, si riunisce questo venerdì come preambolo al II Vertice, i giorni 28 e 29 gennaio.

Il Vertice della CELAC si realizzerà a L’Avana questi 28 e 29 gennaio, e discuterà la presa di una serie di decisioni per combattere la fame e la povertà, e la promozione del “sicurezza alimentare” nella regione. In questi momenti ci sono più di 400 giornalisti internazionali accreditati all’evento.

Il Cancelliere ha ricordato che la CELAC ha due anni di esistenza, con antecedenti solidi, ed “articola organicamente con altri progetti di integrazione intra-regionale che hanno anche uno sviluppo significativo.”

Il Vertice della CELAC sarà centrato, ha aggiunto, “nel consolidamento di questo spazio di incontro, di unità, di sovranità nazionale, con la conoscenza della diversa realtà che uniscono i nostri paesi.”

Rodriguez ha commentato che l’America Latina ed i Caraibi sono, uniti, una regione con una straordinaria potenzialità di sviluppo in beneficio dei suoi paesi. “Conta quasi su 600 milioni di abitanti, poderose culture -alcuni originarie -, infrastrutture, tutte le risorse naturali, acqua, e pertanto, può concorrere all’equilibrio del mondo in capacità ugualitarie, e difendendo gli interessi legittimi della regione”, ha detto.

Nell’evento, parteciperanno un gruppo di invitati speciali composto da dirigenti di organismi regionali ed internazionali che possiedono vincoli di cooperazione con l’America Latina ed i Caraibi, oltre ai 33 paesi membri della CELAC. Si aspetta la partecipazione della gran maggioranza dei Capi di Stato e di Governo, come di un gruppo di Prime Dame che conteranno su un Programma Collaterale.

Il segmento Vertice sarà preceduto dalle riunioni preparatorie di Coordinatori Nazionali i giorni 25 e 26 e dei Ministri di Relazioni Estere il giorno 27.

Cubadebate ha trasmesso dal vivo, via Streaming per Justin TV, la conferenza stampa del Ministro di Relazioni Estere di Cuba.

Si possono scaricare le foto ad alta risoluzione nella nostra pagina di Flick

traduzione Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*