Notizie »

Spagna si rende di nuovo ridicola per la sua maniaca sottomissione agli Stati Uniti

Un’altra volta il regime conservatore del Partito Popolare (PP) che governa oggi la Spagna, simile a quello dell’ex presidente e “palanganero” Josè Maria Aznar, si rende ridicolo per la sua mania o malattia endemica di inginocchiarsi davanti agli Stati Uniti, dopo le pressioni di Washington affinché si immischi in un’altra eventuale invasione militare, questa volta, contro Siria. 

Il governo attuale del mandatario Mariano Rajoy, anche del PP e “cugino” del guerrafondaio Aznar, ha annunciato che accompagnerà i suoi padroni nordamericani con una fregata nella presunta invasione che prepara l’amministrazione di Barack Obama contro Damasco. 

Fino a poche ore fa, Rajoy aveva preferito fare silenzio sulla possibile partecipazione della Spagna nella nuova guerra da predatore “made in Usa”, ma le imposizioni ricevute dalla Casa Bianca e la sua debolezza di carattere lo hanno portato ad abbassare la testa davanti ai suoi conosciuti padroni. 

Naturalmente, una fregata della nazione iberica è un bocconcino per l’esercito siriano che si prepara per rispondere agli interventisti, e conta niente meno che con 8.000 militari disposti a trasformarsi in kamikaze. 

Sarebbe bene sapere dove sarà collocata la fregata spagnola, perché se è nell’avanguardia dell’aggressione, e non nella retroguardia, il suo equipaggio ritornerà in Spagna dentro le bare, fatto che provocherebbe un altro problema in più al gabinetto ultraconservatore di Rajoy, che sta affrontando una crisi economica e sociale senza precedenti nella sua storia e scandalosi fatti di corruzione. 

L’ex presidente Aznar, battezzato anni fa come “palanganero” degli Stati Uniti per essere il più grande buffone dell’ex inquilino della Casa Bianca George W. Bush, ha fatto simili cose quando ha implicato Spagna nell’intervento castrense contro l’Iraq. 

La determinazione dell’ex governante di Madrid aveva provocato una gran mobilitazione popolare in tutta la nazione iberica contro quella guerra, ed ha provocato che il PP fosse detronizzato dal potere dopo la celebrazione delle elezioni generali. 

In questo momento, ricordo alcuni simpatici cartoni animati cubani chiamati Elpidio Valdes che narrano in maniera burlesca le azioni militari dirette dall’esercito spagnolo contro i mambises cubani che lottavano per la loro indipendenza dalla Spagna nel secolo XIX. 

In uno dei suoi capitoli, Valdes, un mambì cubano, riesce con la sua truppa indipendentista a distruggere precisamente una fregata spagnola con lo sparo di un semplice siluro. Non sarebbe male che i dirigenti conservatori di Madrid imparassero un po’ di storia, che si ricordassero qualcosa, o semplicemente vedessero i simpatici animati di Elpidio Valdes. 

di Patrizio Montesinos 

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*