Notizie »

Ampia ripercussione per denuncia di finanziamento CIA contro Correa

La denuncia di Craig Murray, ex ambasciatore del Regno Unito in Uzbekistan, sugli 87 milioni di dollari della CIA, spesi per cercare di destabilizzare il presidente Rafael Correa, continua oggi occupando i titoli dei giornali.

Il quotidiano pubblico El Telegrafo ha intitolato la sua edizione con: 87 milioni della CIA per ostacolare la rielezione di Correa, mentre l’agenzia Andes segnala che il presupposto statunitense si impiega per influenzare le elezioni ecuadoriane.

“Usando la maggioranza dei fondi del Pentagono, che dai risultati elettorali in Venezuela sono stati triplicati, il presupposto statunitense si impiega per influenzare le elezioni ecuadoriane”, afferma una nota dell’agenzia Andes.

“Questo apre la strada alla campagna dell’opposizione per subornare e ricattare i mezzi ed i funzionari ufficiali. Si aspettano scandali mediatici e tentativi di corruzione contro il governo di Correa nelle prossime settimane”, ha aggiunto Murray

L’ex ambasciatore britannico ha risaltato che il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti è stato sorpreso dal trionfo di Hugo Chavez nei recenti comizi venezuelani, perché i diplomatici di alto rango erano convinti che avrebbe perso.

Il furore per il ritorno di Chavez ha dato luogo ad un’imposizione: lo stesso errore non si deve fare in Ecuador, segnala El Telegrafo citando Murray

L’ex funzionario ha sottolineato che non ha molti antecedenti sulla politica ecuadoriana, e realmente “non so che possibilità ha Correa di essere rieletto. Neanche so se i partiti di opposizione sono decenti. Ma sì so che gli Stati Uniti desiderano molto che Correa perda”.

Ha aggiunto che gli sforzi nordamericani saranno tanto evidenti che avranno un effetto controproducente, in una reazione nazionalista.

“D’accordo con una fonte statunitense”, ha sentenziato l’ex diplomatico britannico, “l’amministrazione del presidente democratico Barack Obama non utilizzerà i fondi per incitare ad un altro tentativo di golpe di Stato contro Correa, questa via sembra essere stata scartata”.

con informazioni di Prensa Latina

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*