Notizie »

L’Australia offrirà aiuto consolare a Julian Assange

Julian Assange

Julian Assange

Il primo ministro dell’Australia, Julia Gillard, ha assicurato oggi che offrirà tutto l’aiuto consolare possibile al fondatore di WikiLeaks, Julian Assange, rifugiato nell’ambasciata dell’Ecuador nel Regno Unito, per evitare di essere estradato in Svezia.

Specificò in dichiarazioni divulgate dalla televisione locale che il governo offrirà il supporto consolare richiesto, ma evitò di commentare sull’intenzione degli Stati Uniti di giudicare il fondatore di WikiLeaks.

Assange sarà arrestato se abbandona l’Ambasciata dell’Ecuador a Londra con la scusa di violare la sua libertà condizionale, ha affermato la polizia britannica.

La madre del fondatore di WikiLeaks, Christine Assange, reiterò che suo figlio è vittima degli Stati Uniti, Regno Unito, Svezia ed Australia, uniti per schivare un dovuto processo giudiziale.

Julian è un prigioniero politico, un giornalista, una persona che pubblica la verità sulla corruzione, i crimini di guerra, i sequestri, le estorsioni e la manipolazione, puntualizzò la progenitrice di Assange.

Il 14 giugno scorso, la corte suprema britannica pronunciò che Assange potrebbe essere estradato a partire dal 27 giugno prossimo, azione con la quale sono terminati 18 mesi di battaglia legale.

con informazioni di Prensa Latina

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*