Notizie »

Cuba a Ginevra respinge i tentativi di distruggere la sovranità siriana

Cuba reiterò oggi nel Consiglio dei diritti umani dell’ONU a Ginevra il suo rifiuto a qualunque tentativo di distruggere l’indipendenza, la sovranità e l’integrità del territorio siriano.

Condanniamo le pretese di imporre al popolo siriano un cambiamento di regime e mettiamo in allerta sull’attuazione diretta a fabbricare pretesti che giustifichino l’aggressione, ha detto l’ambasciatore cubano davanti alle Nazioni Unite a Ginevra, Rodolfo Reyes.

Intervenendo nel dibattito generale con la Commissaria per i diritti umani, Navanethem Pillay, Reyes riaffermò che corrisponde al popolo siriano, insieme alle sue autorità, la determinazione delle vie e dei mezzi per soddisfare ed eseguire la volontà popolare.

Reyes riconobbe il compromesso della signora Pillay rispetto a varie temi di priorità e sottolineò i programmi diretti alla lotta contro il razzismo e la xenofobia, soprattutto contro gli afro-discendenti, i musulmani ed i lavoratori migranti.

Questi fenomeni –ha detto – hanno manifestazioni politiche ed istituzionali in Europa Occidentale e negli Stati Uniti, di gravi conseguenze attuali ed un peggiore impatto nel futuro prossimo.

Il diplomatico considerò imprescindibile la condanna a gravi violazioni dei diritti umani commesse da alcuni paesi del nord, come la decisione di mantenere il centro di detenzioni arbitrarie e di torture nella base navale degli Stati Uniti a Guantanamo ed i crimini della NATO contro civili innocenti nel corso delle sue aggressioni a paesi in via di sviluppo.

Reyes si riferì, inoltre, alla crescente repressione contro manifestanti pacifici che perdono diritti e garanzie basilari di vita in beneficio dell’incremento delle fortune dei gruppi finanziari multinazionali.

Ha anche fatto allusione all’uso di moderne tecnologie -come gli aeroplani chiamati droni – ed operazioni di intelligenza per realizzare esecuzioni extragiudiziali.

con informazioni di Prensa Latina

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*