Notizie »

Evo Morales minaccia con chiudere l’ambasciata statunitense

Il presidente della Bolivia, Evo Morales, ha fatto notare agli Stati Uniti di non continuare a disturbare il suo paese ed ha minacciato di chiudere l’ambasciata di Washington a La Paz, come risposta alle provocazioni.

Morales ha lanciato l’avvertenza in una riunione regionale del suo partito, il Movimento al Socialismo (MAS), nella città centrale di Cochabamba.

“Io voglio avvisarli pubblicamente, non ho nessuna paura. Se un’altra volta l’ambasciata degli Stati Uniti continua a disturbare Bolivia come sta facendo in questo momento, è meglio che chiudiamo l’ambasciata degli Stati Uniti in Bolivia, perché siamo antimperialisti, anticapitalisti ed antineoliberali”, assicurò il mandatario.

Il mese scorso, il governante ha insistito con le sue accuse affermando che alcune organizzazioni non governative (ONG) sono la “quinta istanza dello spionaggio” degli Stati Uniti, nonostante in novembre entrambi i paesi firmassero un accordo per normalizzare le loro relazioni.

Secondo ABI, Morales affermò anche che la “destra” non ha proposte politiche e per questo motivo si somma a qualunque conflitto, non solo in Bolivia ma anche in altri paesi come Ecuador.

A suo giudizio, il “capitalismo” crea conflitti in certi paesi per impadronirsi delle loro risorse naturali.

preso da www.cubadebate.cu

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*