Notizie »

“Non più Vertici senza Cuba”, esigono i Cancellieri

Hector Timerman

Hector Timerman

Il cancelliere argentino, Hector Timerman, in visita in Brasile, ed il suo omologo brasiliano, Antonio Patriota, hanno manifestato oggi il loro proposito che il prossimo Vertice delle Americhe che si celebrerà in Colombia nel mese di aprile, sia l’ultimo senza la partecipazione di Cuba.

“Questo deve essere l’ultimo Vertice nel quale non partecipi Cuba”, ha detto il ministro argentino degli Esteri in una conferenza stampa congiunta con Patriota in Sao Paulo.

Timerman che oggi si riunì col capo della diplomazia brasiliana, aggregò che il suo Governo “ringrazia la Colombia”, paese anfitrione, per gli sforzi realizzati.

Il ministro ha aggiunto che la presenza dell’isola caraibica nell’appuntamento è necessaria affinché “finalmente sia davvero il Vertice delle Americhe.”

Patriota ha mostrato la sua coincidenza con la posizione di Timerman ed ha aggiunto che nell’appuntamento anteriore l’allora presidente brasiliano, Luiz Inacio Lula da Silva, aveva manifestato già la sua intenzione che Cuba partecipasse all’incontro.

D’altra parte, il ministro brasiliano espresse il suo obiettivo di visitare l’Argentina “tra breve” ed annunciò riunioni più frequenti tra i sottosegretari di entrambi i ministeri per “approfondire l’agenda di cooperazione” tra i due paesi.

Inoltre il cancelliere brasiliano assicurò che la riunione era stata eminentemente di carattere politico e che avevano rivisto i temi bilaterali, regionali e globali.

Il I Vertice delle Americhe si celebrò a Miami nel 1994 con la partecipazione dei 34 paesi membri attivi dell’Organizzazione degli Stati Americani (OSA), dalla quale Cuba fu sospesa nel 1962.

Il Governo degli USA ha manifestato apertamente il suo rifiuto a convocare Cuba a Cartagena de Indias, dove si celebrerà l’appuntamento in aprile.

preso da www.cubadebate.cu

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*