Notizie »

Presidente Ahdmadineyad assicurò che gli imperi sono più aggressivi ed in decadenza

Il presidente iraniano Mahmud Ahdmadineyad manifestò questo lunedì che gli imperi in decadenza sono più aggressivi “calpestando tutti i diritti di altri popoli senza nessuna vergogna” e segnalò che la libertà e l’indipendenza sono i diritti principali di tutte le nazioni che le grandi potenze non riconoscono.

Durante la sua visita in Venezuela, per incontrarsi col suo omologo Hugo Chavez ed esaminare gli accordi che entrambe le nazioni hanno firmato da quando decisero rinnovare le loro relazioni, Ahdmadineyad precisò che il paese sud-americano ed Iran lottano contro i governi arroganti che non hanno mai rispettato “i diritti dei popoli del mondo.”

“Noi non stiamo per attaccare ed aggredire ad altri paesi, la nostra bomba è l’amore e l’affetto verso i popoli. Il nostro combustibile è il desiderio di libertà ed indipendenza dei popoli. La nostra arma è la logica, è la cultura, i valori umani, l’amore, l’affetto e l’amicizia”, aggregò il mandatario iraniano.

Segnalò che i Governi rivoluzionari cercano di sradicare la povertà e la disuguaglianza tra le classi affinché gli imperi non investano le risorse dei paesi. In questo senso, patrocinò per un mondo dove regni l’unione e “siamo sicuri che contiamo sull’aiuto divino, senza nessun dubbio.”

“Che la benedizione e la pace di Dio scenda sul caro popolo venezuelano”, manifestò ed i popoli che “stanno rivendicando la libertà in tutto il mondo”, espresse Mahmud Ahdmadineyad.

Sostenne che l’America Latina è una regione che si è svegliata “per rivendicare i suoi diritti e la benedizione e la pace di Dio scenda sul mio caro fratello presidente Chavez, presidente popolare e vincitore, simbolo della Rivoluzione dell’America Latina, nonostante i prepotenti, staremo insieme per sempre. Buona fortuna per tutti”, ha augurato.

Il mandatario iraniano ringraziò per il ricevimento nella nazione sud-americana ed aggregò che la sua visita è in rappresentazione del paese persiano per dimostrare la conferma del compromesso tra i due paesi. “Ringrazio Dio che mi ha dato un’altra opportunità di visitare un paese rivoluzionario come lo è il Venezuela e trovarmi con mio fratello Chavez”, puntualizzò.

Il presidente dell’Iran, Mahmud Ahdmadineyad, approdò questa domenica in ore della notte in Venezuela, il primo destino del viaggio di cinque giorni che intraprende per l’America latina e che lo porterà anche in Nicaragua, Cuba ed Ecuador con la finalità di fortificare i lacci con queste nazioni della regione.

preso da www.cubadebate.cu

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*