Notizie »

Cuba: entra in vigore una nuova politica di credito cubana e servizi a privati

A partire dal 20 dicembre entreranno in vigore il Decreto-Legge 289, tre risoluzioni complementari della Banca Centrale di Cuba (BCC) ed un’istruzione del Ministero di Economia e Pianificazione, con l’obiettivo di ampliare la politica di credito cubana ed altri servizi bancari.

D’accordo con le nuove regolazioni che incrementano e diversificano l’offerta di credito a persone naturali, potranno accedere al credito quegli individui autorizzati ad esercitare per proprio conto il lavoro ed altre forme di gestione non statale, i piccoli agricoltori che accreditino legalmente la detenzione della terra che pretendano di comprare, materiali o pagare manodopera per azioni costruttive per edificare le loro abitazioni per sforzo proprio, e le persone naturali in generale che precisino acquisire beni per la loro proprietà personale, modalità questa che si applicherà progressivamente, nella misura in cui lo permettano le condizioni del paese.

Per il conferimento di crediti -che saranno sempre in pesos cubani – le banche Popolare di Risparmio, Metropolitana e di Credito e Commercio abiliteranno circa 500 succursali in tutto il paese.

D’altra parte, con l’Istruzione Numero 7 del MEP si rendono flessibili ed eliminano le limitazioni esistenti in quanto alla contrattazione dei servizi di lavoro per proprio conto da parte delle entità statali e si stabiliscono le indicazioni per tutto questo, al tempo che si dà compimento alla linea guida numero 10 della Politica Economica e Sociale del Partito e della Rivoluzione.

preso da www.cubadebate.cu

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*