Notizie »

Fidel studia delle colture per migliorare l’economia e la salute a Cuba

Fidel Castro

Fidel Castro

Il leader della Rivoluzione cubano Fidel Castro studia una serie di colture che possono migliorare l’economia e la salute nell’Isola, come ha raccontato ad un gruppo di studenti con cui parlò telefonicamente, informò questa domenica il quotidiano Juventud Rebelde.

“In questi giorni sto riunendo informazioni sulle coltivazioni di grande valore economico che possono influire nei livelli di alimentazione e di salute del nostro popolo”, ha detto Fidel agli studenti di Giornalismo coi quali si comunicò due volte il 9 ed il 10 ottobre.

Il gruppo di studenti pubblicò il 9 ottobre sul quotidiano Juventud Rebelde il reportage “Strana sconnessione”, sui problemi associati all’uso delle nuove tecnologie nelle università, fatto che motivò la chiamata del Comandante in Capo ai membri del gruppo.

“Mi sembrò molto buono, molto critico, soprattutto perché siete capaci di criticare voi stessi, gli studenti”, ha detto loro Fidel secondo l’articolo pubblicato questa domenica dallo stesso gruppo.

Come narra una giovane, Fidel gli disse che lo stato di molti centri di Educazione Superiore non è dei migliori, “per questo motivo io voglio che tu mi racconti qual’è la situazione, voglio ascoltarti, e che mi dica come vedi le cose dalla tua posizione di studente.”

Il leader cubano si lamentò anche dell’insufficiente informazione internazionale che pubblica la stampa cubana e sui problemi della produzione agro-alimentare locale.

“La gente non può vivere senza sapere quello che sta passando nel mondo. Tu credi che sia possibile vivere tranquillo senza sapere dei disastri che stanno succedendo in tutto il pianeta: la guerra in Libia, i grandi scioperi? E non abbiamo nessuno spazio nella televisione che si dedichi a parlare di queste cose”, ha detto Fidel agli studenti.

preso da www.cubadebate.cu

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*