Notizie »

Dimostrano la continuità della politica sovversiva Usa contro Cuba

Raúl Capote

La strategia degli Stati Uniti contro Cuba punta oggi sull’uso delle moderne tecnologie dell’informazione e delle comunicazioni, ha denunciato il nuovo episodio della serie “Las razones de Cuba”. Questo, naturalmente, comporta una sfida per la sicurezza nazionale che il paese continuerà ad assumere perché non rinunzierà allo sviluppo ed all’accesso del popolo cubano alle nuove tecnologie, ha argomentato il materiale televisivo trasmesso ieri sera. Fino all’ultimo momento dell’attività, apparentemente nemica di Raul Capote, gli chiedevano informazioni aggiornate su vari temi di Cuba, in particolare sulle principali personalità della Rivoluzione.

È stato spiegato in questo capitolo che gli organi di intelligenza Usa hanno un obiettivo fondamentale riguardo l’isola: continuare a costruire una controrivoluzione manipolabile e servile, ma che allo stesso tempo possa offrire un’immagine diversa al mondo.

Con uomini come Raul Capote si sono potute fermare parecchie azioni, il cui scopo finale era il rovesciamento del progetto sociale qui, precisa la testimonianza audiovisiva.

“Io non sono lo stesso da qualche tempo -ha sottolineato-, ho imparato come il nemico opera, a che cosa ricorre per cercare di distruggere la Rivoluzione”.

Per Raul Capote “aver avuto la possibilità di stare in prima linea” di combattimento è stata “un’esperienza che per me vale la pena essere vissuta”.

Con la proiezione del documentario “Fabricando un lider”, sono stati sette i materiali di denunce presentati nella serie “Las razones de Cuba”, che ha mostrato la continuità della politica di sovversione degli Stati Uniti contro il paese caraibico, nel loro tentativo di distruggere la Rivoluzione.

(Prensa Latina)

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*