Notizie »

Venezuela: in rappresaglia… elezioni

venezuela-banderaL’opposizione del Venezuela ed i governi che l’appoggiano continuano da anni esigendo elezioni presidenziali anticipate, ricorrendo per ciò alla violenza ed alle sanzioni economiche.  

Allora sta bene. Si sono convocate le elezioni presidenziali. Ed ora, l’opposizione, il Dipartimento di Stato, il Gruppo di Lima, l’OSA, le respingono.

E la stampa internazionale? Il quotidiano spagnolo ABC affermava che “Nicolas Maduro pensa di stravincere nei suffragi ed ancorarsi nel potere.”

E riconosceva la ragione: “la profonda divisione che soffre l’opposizione venezuelana che (…) non conta su un candidato unico che sappia affrontarlo”.

Questo è il problema: l’opposizione continua da cinque anni ad esigere elezioni ed, ora, quando arrivano, già non sono d’accordo. È frammentata e ha perso tre elezioni negli ultimi sei mesi.

Ma la frase della settimana l’ha detta Henry Ramos Allup, dirigente oppositore: le elezioni “sono una rappresaglia per le recenti sanzioni dell’Unione Europea” contro Venezuela.

Sì, sì: la “rappresaglia” non sono le sanzioni, bensì le elezioni. Ora è tutto molto più chiaro!

Di Josè Manzaneda, direttore di Cubainformacion

traduzione di Ida Garberi

Foto: Juan Barreto/AFP

per vedere il video clikka qui

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*